Canton Ticino | 23 Maggio 2024

Furti con scasso in Ticino, cinque giovani arrestati. Due sono minorenni

Si tratta di persone fra i 17 e i 22 anni, alcune delle quali italiane o residenti in Italia. Ancora in atto le ricerche per individuare una sesta persona

Tempo medio di lettura: 1 minuto

Mercoledì 22 maggio, nell’ambito di due distinti interventi legati a numerosi furti con scasso messi a segno negli ultimi mesi in diverse abitazioni ticinesi, sono state arrestate nel territorio di Mendrisio cinque persone.

La prima serie di arresti è avvenuta poco dopo le 7.00 sull’A2, nell’ambito di un normale controllo della circolazione da parte della Polizia cantonale. In manette sono finiti una 21enne e un 18enne italiani residenti in Italia e un 17enne serbo residente in Serbia.

I contestuali approfondimenti hanno fatto emergere una loro possibile responsabilità in alcuni furti registrati recentemente sul territorio cantonale. Le ipotesi di reato sono di furto aggravato, danneggiamento e violazione di domicilio. La 21enne deve pure rispondere di infrazione alla Legge federale sulla circolazione stradale e guida senza autorizzazione essendo risultata sprovvista di patente.

Gli ulteriori due arresti sono avvenuti in tarda mattina. A finire in carcerazione sono stati una 22enne e un 17enne, entrambi cittadini serbi residenti in Italia.

Il via al dispositivo è stato dato da una segnalazione – giunta verso le 10 alla Centrale comune d’allarme (CECAL) – di persone sospette a Comano. Dopo una prima serie di verifiche in zona, le ricerche si sono spostate verso Mendrisio, dove in via Pollini è avvenuto il fermo da parte di agenti della Polizia cantonale in collaborazione con la Polizia Città di Mendrisio. Alla vista delle pattuglie i due si erano dati alla fuga a piedi, abbandonando l’auto con cui si muovevano ma venendo subito intercettati. Sono per contro ancora in atto le ricerche di una terza persona.

Le indagini dovranno ora accertare una loro responsabilità in diversi furti avvenuti negli scorsi mesi in Ticino. Le ipotesi di reato sono di furto aggravato, danneggiamento e violazione di domicilio.

Entrambe le inchieste sono coordinate dalla Procuratrice pubblica Chiara Buzzi e dalla Magistratura dei minorenni.

© Riproduzione riservata

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127