Besano | 9 Maggio 2024

Besano, tutto pronto per riqualificare la piazza della Chiesa

Lunedì partirà il cantiere per dare un nuovo look alla piazza, per renderla «visivamente tale» e più attrattiva. Previste modifiche alla circolazione e al transito degli autobus

Tempo medio di lettura: 3 minuti

Prenderà il via lunedì 13 maggio il cantiere per la riqualificazione della Piazza della Chiesa di Besano.

Nel dettaglio, spiega il sindaco Leslie Mulas, si procederà al rifacimento della parte asfaltata della piazza in boccette, analogamente al sagrato della chiesa, mentre il marciapiede del lato ex banca verrà allargato, «perché dalla piazza si transiterà soltanto in senso unico alternato (come attualmente è la strettoia), in modo da non avere più auto ferme a stazionare davanti al semaforo in piazza».

Semaforo che verrà arretrato davanti alla farmacia, per andare a eliminare anche il dosso attualmente presente. Infine, nell’incrocio tra la piazza, via Marconi, via Caverzasi e via XXIV Maggio, verrà realizzato a terra un motivo con le piastrelle che richiamerà quello attualmente già presente davanti al museo e all’Asilo Girola. Lo scopo, aggiunge Mulas, «è quello di rendere la piazza visivamente tale, poiché adesso non restituisce l’idea di una piazza, quanto di una strada che passa accanto a un sagrato».

L’intervento – finanziato con fondi in parte provenienti dal PNRR grazie a un bando per i piccoli borghi a cui il Comune ha partecipato – è il primo passaggio del percorso di ripavimentazione del centro storico che andrà a interessare, un po’ per volta, anche le altre vie del “cantone”.

«La nostra chiesa parrocchiale è la chiesa più affascinante di tutta la valle, il Museo dei Fossili è venti metri di fronte e la passeggiata per il San Martino parte proprio dalla piazza. Ecco perché – chiosa Mulas – un centro storico esteticamente più bello renderà Besano più gradevole e attrattiva per i cittadini e anche per i visitatori che potranno ammirare le nostre piccole perle!».

Con il cantiere che verrà avviato lunedì, la piazza resterà chiusa al transito per circa quarantacinque giorni, portando ad alcune modifiche alla viabilità del centro storico e al percorso degli autobus. Nulla cambierà per la via Girola e per i parcheggi, che saranno accessibili normalmente.

Non sarà possibile accedere, dalla piazza, alle vie Caverzasi e Prestini: solo per i residenti l’accesso in via Caverzasi sarà dalla via Pozzo, a senso unico alternato; in via Ferrè transito libero consentito a senso unico in entrata, in direzione di via Marconi; in via Marconi, dall’intersezione con via Ferrè in direzione Museo/Asilo, il transito sarà consentito ai soli residenti e ai gestori delle attività economiche con senso unico alternato.

Per tutta la durata del cantiere, i pullman delle Autolinee Varesine non transiteranno più da via Restelli, via Girola e piazza della Chiesa, ma per preservare in particolare la sicurezza degli studenti che usufruiscono dei bus per recarsi e tornare dalle scuole, insieme al personale delle Autolinee l’amministrazione ha individuato la seguente soluzione:

Corse delle 6.35, 7.30, 7.48 in direzione di Varese e corse delle 12.05, 13.20, 14.20 da Bisuschio in direzione di Lavena Ponte Tresa: in entrambi i sensi di marcia i bus percorreranno la SS344 fino all’incrocio con la via XXIV Maggio, la salita per via XXIV Maggio, via Albertini, via Bellotti, Piazzale MSG, faranno inversione di marcia ed effettueranno lo stesso percorso a ritroso. Sarà pertanto istituita una fermata in piazzale Monte San Giorgio (sede Alpini) e una in via Albertini, sul marciapiede all’angolo con il civico 3 che sostituirà l’attuale di via XXIV Maggio poco più avanti.
Tutte le altre corse non transiteranno in paese ma lungo la SS344, e saranno istituite le seguenti fermate: SS344 Via Restelli – direzione Porto Ceresio dove è ora, direzione Varese lato opposto; SS344 Residenza I Pini – all’angolo con Via Ginaga e Via Europa, in coincidenza di slarghi stradali esistenti; SS344 Tigros – fermate già esistenti arretrate di alcuni metri.

«In questo modo vogliamo limitare al massimo i disagi fintanto che i ragazzi continueranno ad andare a scuola, e siamo riusciti a trovare un percorso alternativo per far transitare comunque il pullman in paese. ‍Agli utenti che utilizzano le altre corse durante la giornata e dovranno recarsi sulla Statale chiedo pazienza per affrontare questo mese e mezzo di cantiere. Ringrazio – conclude Mulas – le Autolinee Varesine per la collaborazione nel trovare una soluzione ottimale per le esigenze dell’utenza e per le richieste avanzate dall’Amministrazione Comunale».

© Riproduzione riservata

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127