Alto Varesotto | 26 Aprile 2024

Scoprire l’alto Varesotto, ecco la mappa dei redditi comunali del 2022

Elaborazione di Withub su dati del Ministero dell'Economia e delle Finanze. Numeri "distorti" a causa dell'assenza dei frontalieri, senza i quali la media è di 18.246 euro

Tempo medio di lettura: 2 minuti

Nell’era dell’analisi dei dati e della trasparenza informativa, comprendere la struttura economica di un territorio diventa cruciale per pianificare politiche efficaci e comprendere le dinamiche sociali. In questo contesto, da sempre, l’analisi dei redditi comunali si rivela un’importante finestra attraverso cui scrutare l’Italia contemporanea.

Con l’obiettivo di fornire una panoramica dettagliata della distribuzione dei redditi in Italia, l’azienda Withub ha elaborato i dati dell’anno fiscale 2022 forniti dal Ministero dell’Economia e delle Finanze. Questo studio offre una visione approfondita della situazione economica italiana, rivelando tendenze, disparità regionali e peculiarità locali che caratterizzano il tessuto economico nazionale.

Attraverso questa analisi, si possono esaminare da vicino anche i dati, Comune per Comune, dei paesi dell’alto Varesotto, cinquantuno quelli presi in considerazione, purtroppo senza tenere conto dei frontalieri, i pendolari che percepiscono uno stipendio perchè lavorano Svizzera. Il numero, quindi, appare distorto, con un reddito medio pari a 18.246.

Risulta evidente, quindi, che i dati non sono oggettivamente completi, ma si inseriscono in un meno ampio contesto di lavoratori che effettuano la dichiarazione dei redditi in Italia. Da quanto si evince, quindi, emerge che il paese con il più basso reddito è Cremenaga (11.379 euro), mentre quello con il più alto è Castello Cabiaglio (24.390 euro).

Ecco la mappa dei redditi italiani, i dati comune per comune dell’alto Varesotto per l’anno di imposta 2022:

Agra: 14.145 euro.
Arcisate: 19.211 euro.
Azzio: 21.000 euro.
Bedero Valcuvia: 23.227 euro.
Besano: 16.389 euro.
Besozzo: 23.089 euro.
Bisuschio: 18.989 euro.
Brenta: 22.793 euro.
Brezzo di Bedero: 23.227 euro.
Brinzio: 23.254 euro.
Brissago Valtravaglia: 16.215 euro.
Brusimpiano: 16.324 euro.
Cadegliano Viconago: 13.346 euro.
Caravate: 19.636 euro.
Casalzuigno: 17.896 euro.
Cassano Valcuvia: 18.373 euro.
Castello Cabiaglio: 24.390 euro.
Castelveccana: 20.546 euro.
Cittiglio: 20.710 euro.
Cremenaga: 11.379 euro.
Cuasso al Monte: 17.364 euro.
Cugliate Fabiasco: 13.726 euro.
Cunardo: 15.423 euro.
Curiglia con Monteviasco: 14.426 euro.
Cuveglio: 19.661 euro.
Cuvio: 18.269 euro.
Dumenza: 14.224 euro.
Duno: 23.136 euro.
Ferrera di Varese: 16.829 euro.
Gemonio: 21.057 euro.
Germignaga: 17.108 euro.
Grantola: 15.938 euro.
Induno Olona: 22.418 euro.
Lavena Ponte Tresa: 12.042 euro.
Laveno Mombello: 21.936 euro.
Leggiuno: 22.946 euro.
Luino: 17.231 euro.
Maccagno con Pino e Veddasca: 17.170 euro.
Marchirolo: 15.198 euro.
Marzio: 16.110 euro.
Masciago Primo: 19.285 euro.
Mesenzana: 17.101 euro.
Montegrino Valtravaglia: 16.548 euro.
Orino: 20.678 euro.
Porto Ceresio: 15.695 euro.
Porto Valtravaglia: 18.040 euro.
Rancio Valcuvia: 17.611 euro.
Sangiano: 21.270 euro.
Tronzano Lago Maggiore: 13.899 euro.
Valganna: 18.951 euro.
Viggiù: 15.138 euro.

© Riproduzione riservata

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127