Leggiuno | 18 Aprile 2024

Leggiuno, la testimonianza del dottor Alberto Reggiori tra i feriti di Gaza

Domani sera il medico chirurgo racconterà la sua esperienza dopo diciotto giorni sulla nave Vulcano della Marina Militare italiana in missione per soccorrere i palestinesi della Striscia

Tempo medio di lettura: < 1 minuto

Alberto Reggiori, medico chirurgo locale, ha trascorso diciotto giorni sulla nave Vulcano della Marina Militare dopo aver accettato la proposta della Fondazione Rava che ha partecipato alla missione italiana in soccorso dei feriti di Gaza.

Nella serata di venerdì 19 aprile, organizzata dall’associazione storico-culturale Lezedunum nella sala consiliare del municipio di Leggiuno per il ciclo “Verbano, storia e storie 2024”, racconterà la sua esperienza, dalla decisione di partire alla quotidianità del lavoro e dei rapporti nati con i suoi pazienti.

Una testimonianza toccante, la sua, a contatto per un mese intero con adulti e bambini feriti in modo grave nella guerra in corso, che pone domande importanti a tutti noi che pure ne siamo spettatori anche se “da lontano”: cosa possiamo fare, noi che non siamo medici e non abbiamo la possibilità di offrire il nostro aiuto concreto in una sala operatoria o in una corsia di ospedale, o di essere presenti con aiuti umanitari in quella terra martoriata?

Durante la serata “Gaza: dov’è finita la nostra umanità?”, realizzata con il patrocinio del Comune di Leggiuno, il dottor Reggiori, che già in passato ha partecipato a missioni sanitarie all’estero, dialogherà con Annalisa Motta e risponderà alle domande del pubblico.

© Riproduzione riservata

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127