EMERGENZA CORONAVIRUS (ATTIVITÀ APERTE E CONSEGNE A DOMICILIO ) Segnalaci la tua attività Guarda tutte le attività
Varese | 27 Agosto 2021

Università dell’Insubria pronta a ripartire con “impegno, entusiasmo e senso di responsabilità”

Il rettore Angelo Tagliabue ha inviato un messaggio ad alunni e personale dell’ateneo in previsione della ripresa delle attività

Tempo medio di lettura: 2 minuti

Con l’approssimarsi di settembre e il ritorno sui banchi degli alunni di ogni ordine e grado, anche l’Università degli Studi dell’Insubria è ormai pronta a ripartire.

Ecco perché il rettore Angelo Tagliabue ha voluto indirizzare un messaggio a studenti, docenti e personale tecnico-amministrativo dell’ateneo di Varese e Como con alcune indicazioni per la ripresa delle attività, chiedendo “la collaborazione e l’impegno di tutti nel rispettare, con senso di responsabilità, le norme di sicurezza Covid e le regole che ci siamo dati per garantire che tutte le attività si svolgano con il massimo livello possibile di tutela della salute”.

“Come stabilito dal decreto legge 5 agosto 2021 n. 111, dal 1 settembre p.v., – spiega il rettore – per accedere alle strutture di Ateneo, tutti noi: studenti, docenti, personale tecnico-amministrativo, assegnisti, borsisti, dottorandi e specializzandi, fornitori abituali ed eventuali ospiti esterni – dobbiamo essere in possesso della certificazione verde COVID19 e dobbiamo esibirla agli operatori di portineria incaricati di procedere alle verifiche del caso. La certificazione verde COVID19 non è necessaria per i soggetti che sono esenti dalla campagna vaccinale sulla base dei criteri stabiliti dal Ministero della Salute con apposita circolare: in tal caso sarà necessario esibire il certificato appositamente rilasciato”.

In tal senso Tagliabue rammenta anche la presenza di un canale preferenziale per gli universitari predisposto da Regione Lombardia in modo da agevolare la campagna vaccinale di questa categoria di persone, compresi quelli che provengono da altre regioni o dall’estero, che possono prenotare la somministrazione del vaccino (se non lo hanno già fatto) sull’apposito portale https://prenotazionevaccinicovid.regione.lombardia.it/.

“L’obiettivo comune – afferma il rettore dell’Insubria – è quello di tornare alla piena normalità della vita accademica, fatta di confronto e dialogo in presenza, che sono i punti di forza del nostro Ateneo. La priorità è quella di garantire, in ogni caso e a tutti, un’esperienza di vita universitaria di qualità ed in sicurezza”.

La didattica durante l’anno accademico 2021-2022 si svolgerà in presenza, previa presentazione del Green Pass, e con numeri contingentati: sarà possibile prenotare il posto in aula con l’applicazione Student Booking (www.uninsubria.it/student-booking), ma verrà comunque garantita anche la didattica a distanza tramite la piattaforma Microsoft Teams. Il rettore ricorda la necessità di rispettare tutte le norme di sicurezza contenute nel protocollo Covid di Ateneo (www.uninsubria.it/coronavirus) quali controllo della temperatura, uso della mascherina, distanziamento e norme igieniche. Sul sito web e sui canali social dell’Insubria sono in ogni caso disponibili tutte le informazioni dettagliate, in particolare nelle pagine: www.uninsubria.it/greenpass e www.uninsubria.it/coronavirus.

Fino al 30 settembre prossimo varranno le indicazioni comunicate a luglio (www.uninsubria.it/ripresa-settembre), mentre a partire da ottobre gli esami scritti e orali si svolgeranno unicamente in presenza.

“Sono certo che la nostra volontà, il nostro comune impegno nel lavoro e nello studio, uniti all’entusiasmo e al senso di responsabilità che contraddistinguono la nostra bella comunità accademica, garantiranno un importante contributo per una ripresa di successo del paese”, conclude Angelo Tagliabue.

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127