EMERGENZA CORONAVIRUS (ATTIVITÀ APERTE E CONSEGNE A DOMICILIO ) Segnalaci la tua attività Guarda tutte le attività
Luino | 26 Luglio 2021

Luino, lavori sulle fognature in centro: “Saranno in piazza Libertà. Non si può più tornare indietro”

La giunta esclude un cambio di posizione: "Non ci sono i tempi". La minoranza: "Pesanti danni viabilistici ed estetici". Botta e risposta sulle responsabilità

Tempo medio di lettura: 2 minuti

Non ci sono soluzioni alternative alla realizzazione della cosiddetta vasca di prima pioggia in piazza Libertà, e anche se ci fossero mancherebbero comunque la condizioni procedurali per cambiare le carte in tavola.

Sul progetto da 1,9 milioni di euro che nei piani di Alfa srl – gestore unico del servizio idrico integrato – andrà a risolvere in maniera definitiva il fastidioso problema degli sversamenti a lago, il Consiglio comunale luinese si è diviso nel corso dell’assemblea di venerdì sera, l’ultima prima della pausa per le ferie estive.

Da una parte i consigliere di “Sogno di Frontiera”, Franco Compagnoni e Andrea Pellicini, che hanno sottolineato la necessità di fare qualsiasi cosa pur di chiedere ad Alfa un ripensamento, per via dei disagi alla viabilità che il cantiere porterebbe in una zona così centrale, e anche per le conseguenze dal punto di vista estetico; dall’altra la giunta Bianchi che ha escluso la possibilità di compiere passi indietro.

“Temo che in passato ci sia stata una certa assenza ai tavoli competenti, quando si era ancora in fase preliminare – ha spiegato il primo cittadino – forse le tempistiche di questo complesso lavoro sono state sottovalutate e nel frattempo si è giunti in modo rapido alla fase avanzata, quando è subentrata questa amministrazione”.

Per Pellicini le cose sono andate in modo diverso: “Le prime proposte di Alfa – ha spiegato l’ex sindaco – risalgono al 2019. Circa un anno dopo, tramite gli uffici del comune, abbiamo chiesto aggiornamenti sull’evoluzione del progetto, che è stato presentato in forma preliminare tra marzo ed aprile scorsi”. Tradotto, la precedente amministrazione ha vigilato fino a quando ha potuto – sostiene oggi Pellicini – consapevole del rischio che la società decidesse di individuare la piazza a ridosso dell’imbarcadero come soluzione ideale per i lavori. “La stessa società ha lasciato intendere che i tempi fossero ancora lunghi”, poi però la progettazione ha seguito il suo iter mentre la tornata elettorale dell’anno scorso ha condotto all’inevitabile cambio degli interlocutori.

“Siamo arrivati a giochi chiusi – ha ribadito l’assessore Fabio Sai – trovandoci davanti a un piano già definitivo che poggia su un precedente progetto di fattibilità, consegnato dai tecnici ad Alfa nel settembre del 2020“.

Al di là delle posizioni quel che è certo è che Alfa allestirà l’area cantiere all’interno della piazza, che è considerata la posizione ottimale sotto il profilo operativo ed economico, al fine di mettere mano al sistema fognario e installare la vasca che ottimizzerà lo smistamento di acque nere e meteoriche, garantendo efficienza alla stazione di sollevamento che allo stato attuale, soprattutto in presenza di fenomeni atmosferici, non riesce a contenere tutta l’acqua in arrivo, producendo quelle perdite di liquidi che poi si riversano nel lago.

I lavori inizieranno intorno al mese di ottobre e dureranno, indicativamente, fino alla prossima primavera.

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127