Leggiuno | 9 Luglio 2021

Da Leggiuno la proposta di un “contratto del lago”

A lanciarla è Stefano Introini, candidato sindaco alle amministrative, che punta al coinvolgimento di Comuni, enti e università per investire sui fondi del Pnrr

Tempo medio di lettura: 2 minuti

(A cura di “Civici per Leggiuno”) Tre i punti del programma del candidato sindaco di Leggiuno Stefano Introini, il terzo dei quali propone un “contratto di lago”, una intesa territoriale, una collaborazione tra i comuni rivieraschi in sponda lombarda e piemontese in vista del possibile e pronto impegno del territorio nelle progettualità legate al PNRR (Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza), cioè ai fondi straordinari europei post pandemia.

Il primo contatto, doveroso comunque anche solo come omaggio, come piccolissimo ma concreto segno di vicinanza ad una figura straordinaria che Tutti abbiamo apprezzato per dignità e compostezza è con il sindaco di Stresa, Marcella Severino.

Stresa non raggiunge i cinquemila abitanti ma è certamente un riferimento nel mondo per il Lago Maggiore. Partire da Stresa significa partire col piede giusto garantendo da subito slancio e credibilità al progetto, un progetto per ora in nuce, per ora sintetizzato in qualche slides, dove il lago è proposto come da ricucire con ago e filo, passando per i principali comuni rivieraschi sulle due sponde, senza dimenticare il golfo del locarnese, senza dimenticare gli amici del Cantone.

Già ma di cosa si tratta concretamente? Introini propone una collaborazione tra le sponde del Lago sottoscrivendo al più presto un protocollo non solo tra i Comuni ma coinvolgendo Camere di Commercio, associazioni di categoria, associazioni sportive, navigazione laghi, operatori del trasporto lacuale, responsabili della portualità, le diverse Autorità di bacino, singoli soggetti portatori di interessi generali, istituti di credito, società di incoming – accoglienza e ricettività – provincie, regioni e organismi ed autorità svizzere.

Un protocollo di avvio per promuovere l’interessamento di università, esperti qualificati o comunque sviluppando progettualità con risorse diverse e unendo le forze per arrivare in tempo con i bandi di finanziamento PNRR sullo sviluppo per la ripresa e resilienza. Ma non solo, per Introini questo lago, questo mondo che tutti amiamo merita finalmente uno sforzo di avvicinamento, di dialogo e collaborazione concreta per fare squadra, dimostrando per esempio che la promozione se condivisa ha un incredibile effetto moltiplicatore negli investimenti.

Stresa è incantevole e il sindaco, eletto lo scorso anno, snocciola programmi ed eventi tra i quali proprio questa settimana “Stresa Liberty”, un week end di mostre, crociere sul piroscafo e tour sul treno storico, il 7 agosto la prima ”cena in bianco” e via con molte altre proposte; ma soprattutto prima con gli occhi in ufficio e poi all’esterno senza mascherina, nella foto di rito alla sirenetta, palesa un sorriso di chi ha le idee molto chiare, di chi si sente supportato da una squadra che ha voglia di fare, di esserci, di proporre e che sa cogliere la mano della collaborazione.

E così solo sulla parola, semplicemente dandoci la mano, scorre subito quell’energia genuina e sana per avviare un bel progetto, per fare in poco tempo quello che sul Garda hanno pensato dal 2000, in Trentino dagli anni’80 e in altri luoghi di successo in altri tempi e che ci piace, perché no, copiare.

Ce la faremo? Marcella Severino ci fa un grande in bocca al lupo e noi cercheremo di mettercela tutta per vincere, per animare questo progetto da Leggiuno, un baricentro del lago esaltato dal patrimonio di Provincia di Varese, Santa Caterina del Sasso.

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127