Varese | 21 Maggio 2021

Castello Cabiaglio: dopo l’aneurisma, la rinascita di Federico Tesser tra le sue api

Si è conclusa bene la vicenda dell’uomo, colpito nel 2019 da un malore e punto dagli insetti dei quali si curava, prontamente salvato dalla Neuroradiologia del Circolo

Tempo medio di lettura: 2 minuti

Era una bella mattina del giugno 2019 e il signor Federico Tesser era al lavoro come sempre tra le sue arnie di Castello Cabiaglio, in Valcuvia, quando all’improvviso si è sentito male, cadendo a terra svenuto e ustionandosi con l’affumicatore che stava maneggiando. Non solo: in quel già difficile frangente le api lo hanno punto più volte.

Un parente che si trovava con lui ha prontamente contattato il 112: pochi secondi e dalla centrale del Numero Unico l’allarme è giunto all’elisoccorso e ai vigili del fuoco, accorsi prontamente sul posto.

Ini prima battuta si è pensato che il signor Tesser fosse in preda a uno shock anafilattico causato dalle punture degli insetti ma, una volta trasportato dall’elicottero al pronto soccorso dell’ospedale di Circolo di Varese dove è stata eseguita prontamente una TAC, l’equipe del dottor Andrea Giorgianni ha intuito immediatamente la gravità del caso: si trattava infatti di un’emorragia da aneurisma cerebrale rotto e occorreva intervenire subito entrando dall’arteria femorale e arrivando al cervello per riparare il danno vascolare e contenere l’emorragia. Dopodiché il paziente è stato trasferito in Terapia Intensiva, dove le sue condizioni sono state monitorate in attesa di capire se il cervello fosse in grado di riprendere la sua completa funzionalità. Una volta riaperti gli occhi, Federico Tesser si è trovato di fronte i volti gentili e rassicuranti delle due anestesiste, la dottoressa Erica Adale e la dottoressa Valentina Squillace, che lo hanno pian piano accompagnato “fuori dal tunnel”.

Non era finita lì, però, per l’uomo che ha dovuto farsi sistemare definitivamente quel maledetto vaso sanguigno: nonostante i rallentamenti imposti all’attività chirurgica dell’ospedale dalla pandemia di Covid-19, il 15 ottobre scorso il dottor Giorgianni ha potuto applicargli uno stent vascolare, concludendo così “la via crucis del nostro coraggioso apicoltore”, come lo definisce l’ASST Sette Laghi.

“Sono vivo per miracolo – ha raccontato il signor Tesser ancora commosso – grazie alla tempestività della macchina dei soccorsi e all’intervento del dottor Giorgianni che ha curato subito l’aneurisma cerebrale. Dopo questa esperienza sono cambiato: apprezzo di più le piccole gioie della vita, la famiglia e ovviamente le mie api. Voglio ringraziare tutti coloro che hanno contribuito al mio salvataggio: dai ragazzi del Numero Unico che hanno capito subito dove mi trovavo, all’equipaggio dell’eliambulanza, al personale del Pronto Soccorso del Circolo e ovviamente al dottor Giorgianni e a tutte le equipe della Neuroradiologia, Neurochirurgia e Terapia Intensiva Neurochirurgica che mi hanno riportato alla vita. Un pensiero grato anche al team della Chirurgia Plastica che mi ha curato le scottature causate dall’affumicatore”.

“Si è trattato di un intervento molto delicato – sottolinea il dottor Giorgianni, formatosi in Neuroradiologia Interventistica tra Niguarda e Varese, dove lavora ormai da 12 anni in un reparto di 8 medici diretta dal dottor Fabio Baruzzi – Quello che conta sono la rapidità nella diagnosi e la possibilità di intervenire prima che il danno diventi irreparabile. Certo ci vuole una equipe specializzata e di pronta disponibilità H24 e per fortuna del signor Tesser noi, a Varese, ce l’abbiamo”.

Ora la vita per Federico Tesser è ripresa, ma l’apicoltore della Valcuvia ci tiene ancora a ringraziare tutti, anche i carabinieri accorsi sul posto, il vigile del fuoco che lo ha tratto in salvo dalle api, gli infermieri del 118: “Siete tutti invitati a casa mia a Casciago a gustare il mio miele! Se posso fare un appunto – conclude Tesser – migliorate il menù, dopo un po’ non ne potevo più di brodini e purè!”. “Faremo il possibile caro Federico – afferma l’azienda sanitaria – e buona vita!”

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127