EMERGENZA CORONAVIRUS (ATTIVITÀ APERTE E CONSEGNE A DOMICILIO ) Segnalaci la tua attività Guarda tutte le attività
Luino | 4 Maggio 2021

La Croce Rossa di Luino e Valli celebra i suoi 35 anni di attività sul territorio

In programma domenica alcuni eventi per commemorare questo importante traguardo. Il presidente Buchi: “Riconoscimento dello straordinario lavoro dei nostri volontari”

Tempo medio di lettura: 3 minuti

L’8 maggio ricorre la Giornata Internazionale della Croce Rossa, mentre il giorno successivo – domenica 9 maggio – il Comitato di Luino e Valli è pronto a celebrare i 35 anni dalla sua fondazione.

Il Comune di Luino – simbolicamente in rappresentanza di tutti i comuni del Varesotto, in accordo con il Comitato della Croce Rossa Italiana di Luino e Valli e l’ANCI (Associazione Nazionale Comuni d’Italia) – ha concesso l’esposizione della bandiera della Croce Rossa sulla facciata di Palazzo Serbelloni per tutta la settimana dal 1 al 9 maggio, in occasione non solo della Settimana celebrativa dell’Organizzazione Internazionale della Croce Rossa e della Mezzaluna Rossa, ma anche come simbolico gesto di vicinanza e apprezzamento per le iniziative condotte dalla Croce Rossa di Luino e Valli in questi 35 anni di attività.

Essere in prima linea sempre, ovunque e per chiunque si trovi in una condizione di difficoltà”: è con questo spirito che, da 35 anni, tanti volontari del Luinese diffondono l’intuizione del fondatore della Croce Rossa Henry Dunant nel cui anniversario di nascita, l’8 maggio, viene celebrata appunto la Giornata Internazionale della Croce Rossa, la più grande organizzazione umanitaria del mondo.

“L’8 maggio – affermano dal comitato CRI – è dunque un’occasione di festa per celebrare l’idea di Dunant e lo spirito di sacrificio e abnegazione dei nostri volontari. Senza il volontariato, nulla sarebbe possibile: dall’intervento a sostegno delle popolazioni nelle zone di guerra, durante le emergenze dovute ai disastri naturali, fino all’aiuto nelle tante vulnerabilità quotidiane che non fanno notizia, passando per quanto è stato fatto e verrà ancora fatto durante l’emergenza Covid-19”.

“La pandemia in atto e gli enormi sforzi che tutto il territorio ha compiuto e continua a compiere per combatterla, sostenendo al tempo stesso qualsiasi tipo di fragilità a prescindere dal Covid-19, non consentono grandi festeggiamenti. Questo, tuttavia, è il tempo della celebrazione, che significa il riconoscimento dello straordinario lavoro messo in campo dalle nostre volontarie e dai nostri volontari. Domenica infatti sarà l’occasione per dire grazie a coloro che si spendono gratuitamente per la nostra Comunità ogni giorno”, afferma il presidente della Croce Rossa di Luino e Valli, Pierfrancesco Buchi.

“Per noi – dichiara il sindaco Enrico Bianchi – è un motivo di soddisfazione e orgoglio che 35 anni fa si sia pensato di fondare il Comitato della Croce Rossa di Luino e Valli con una storia, fatta di persone che dimostrano quotidianamente il proprio impegno sul territorio, che ha saputo arrivare fino ai nostri giorni e che proseguirà sicuramente anche negli anni a venire. È quindi non può che essere un piacere poter esporre la bandiera della Croce Rossa sul municipio in occasione della settimana dedicata a questa importantissima organizzazione”.

Per celebrare i 35 anni dalla fondazione del comitato che opera sul territorio dell’alto Verbano – non potendo organizzare eventi di piazza per richiamare l’attenzione della cittadinanza sull’impegno che quotidianamente i volontari profondono per sostenere le persone socialmente deboli, supportare le attività nell’emergenza Covid-19, rispondere alle richieste di consegna pacchi conforto, promuovere la formazione e rispondere alle quotidiane esigenze di trasporto sanitario degli utenti – sono stati comunque messi in programma alcuni eventi simbolici, ma significativi, per la giornata di domenica 9 maggio, grazie alla disponibilità e alla collaborazione del Comune e della parrocchia di Luino.

In mattinata, infatti, l’impegno dei volontari della Croce Rossa verrà ricordato durante la messa che si terrà alle ore 10 presso l’oratorio San Luigi di Luino. A seguire verranno accolti simbolicamente nella grande famiglia della CRI i nuovi volontari e saranno consegnate alcune benemerenze a coloro che si sono distinti durante i mesi più duri dell’emergenza, nel corso del 2020. Alle 11.30, poi, in piazza Risorgimento, ci sarà un breve momento celebrativo in forma statica con la deposizione di una corona commemorativa al monumento dei Caduti accompagnata dalle note del “Silenzio” da parte di un volontario trombettista, che chiuderà simbolicamente la celebrazione.

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127