EMERGENZA CORONAVIRUS (ATTIVITÀ APERTE E CONSEGNE A DOMICILIO ) Segnalaci la tua attività Guarda tutte le attività
Canton Ticino | 22 Aprile 2021

Covid, vaccinazioni in Ticino: “Attenti agli sms che invitano a prenotarsi indipendentemente dall’età”

L'appello delle istituzioni dopo i casi di persone che hanno attivato la registrazione online pur non appartenendo alle categorie a cui è oggi rivolta la campagna

Tempo medio di lettura: < 1 minuto

C’è una procedura per prenotare la vaccinazione anti Covid, già attivata da diversi cittadini oltre confine, che non corrisponde agli standard adottati dalle istituzioni del Canton Ticino e che rischia, di conseguenza, di appesantire le attività di controllo sull’idoneità dei soggetti che richiedono un appuntamento.

La segnalazione arriva dal Dipartimento della sanità e si riferisce a tutte le persone che hanno effettuato l’accesso alla piattaforma per le prenotazioni dopo aver ricevuto un sms sul proprio telefono che invitava ad attivare la procedura per richiedere la somministrazione del siero, indipendentemente dall’età di ognuno e dalle categorie a cui la campagna vaccinale è attualmente rivolta.

“L’unica procedura corretta per annunciarsi prevede di accedere alla apposita pagina cantonale – si legge in una nota del Dipartimento – verificare di appartenere a una delle categorie per le quali la vaccinazione è aperta e, solo in quel caso, procedere all’iscrizione tramite la pagina dedicata alla prenotazione online. Le persone vengono dapprima registrate e, non appena è disponibile, ricevono l’appuntamento per la vaccinazione”.

Ma cosa accade quando un soggetto che non ha diritto alla somministrazione richiede un appuntamento? Aggirando il sistema, la registrazione verrà in ogni caso successivamente annullata. L’esito non cambia inserendo volontariamente dati personali non corretti. In questo caso l’appuntamento viene fissato, ma la somministrazione verrà comunque negata al momento della verifica dei dati presso il Centro cantonale di vaccinazione.

“Per questo motivo – fa sapere ancora il Dipartimento della sanità – le persone che non hanno diritto alla vaccinazione non devono iscriversi alla piattaforma. Questo, oltre ad essere inutile per la persona stessa, crea un maggior onere lavorativo per i servizi cantonali attualmente già molto impegnati sul fronte della campagna”.

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127