EMERGENZA CORONAVIRUS (ATTIVITÀ APERTE E CONSEGNE A DOMICILIO ) Segnalaci la tua attività Guarda tutte le attività
Verbania | 11 Aprile 2021

Bocce, Possaccio vince ancora in casa e Caccialanza s’invola

Vittoria non semplice per la compagine di Verbania, che mantiene la testa del girone con 24 punti. 22 invece per la squadra milanese, ma con una partita da recuperare

Tempo medio di lettura: 3 minuti

(a cura di Roberto Bramani Araldi) Se nel gergo goliardico con matricola s’individua lo studente al primo anno d’Università e alla compagine di Possaccio si affibbia normalmente il termine, avendo conquistato per la prima volta il campionato di Serie A, poi il medesimo studente diventa “fagiolo” al secondo anno e, infine, “colonna”, a testimoniare l’ormai consolidata posizione nel “Cursus Honorum” del cammino accademico. Ebbene per Possaccio si attaglia sempre di più il termine di colonna.

Anche sabato sui suoi campi è stata applicata la consueta, spietata legge della vittoria con largo margine sull’avversario di turno. Ma non si creda che l’incontro sia stato una passeggiata spensierata sul lungolago della deliziosa Intra: tutt’altro. I marchigiani della Fontespina sono entrati in campo agguerriti e decisi ad applicare una tattica che potesse controbilanciare lo svantaggio dei campi, sempre difficili da interpretare per chi non li ha mai praticati.

Così alla prima situazione che avrebbe potuto offrire un vantaggio anche minimo ai padroni di casa la decisione di tirare al pallino onde scombinare la scontata superiorità nell’accosto dei verbanesi. La tattica riusciva perfettamente a Barbieri che nel primo set contro Andreani accumulava un punto alla volta con il gioco al fondo delle tavole, approfittando anche di qualche sbavatura inusuale dell’atleta casalingo, vincendo il primo set nettamente.

La tattica funziona, però, se si colpisce con regolarità: se ciò non avviene si perde fragorosamente, come stava avvenendo sul campo adiacente dove si esibivano le terne: comunque un set conquistato per parte e 1-1 iniziale. Il secondo set dell’individuale sembrava dovesse ripristinare le gerarchie locali: appena partiti Barbieri sbagliava ben tre bocciate di seguito, donando 4 punti ad Andreani, il quale in nome dell’ospitalità, pensava bene di ricambiare concedendo tre punti 4-3. Terza mano, altri tre errori del maceratese e altri tre punti per il Christian di casa: 7-3. Set finito? Per carità! La saga continua, dopo il “normale” 7-4 della quarta mano, alla quinta l’ospite, causa una serie di splendide bocciate di volo di Andreani, colpisce il pallino con l’ultima boccia, ponendo sul fondo 4 punti che il verbanese è costretto a togliere: deve bocciare e colpire la boccia più vicina al boccino per eliminare la possibilità dell’en plein e addirittura vincere il set. Vibrante attesa e tensione tangibile: occorre colpire e colpire a sinistra, colpisce invece a destra e la sua boccia sfila via lasciando i 4 punti e il set. Tutti esterrefatti: per la prima volta un avversario si trova in vantaggio per 2-1. Meno male per i piemontesi che la terna completa il compito e riporta le sorti in parità. Il primo tempo termina così sul 2-2.

Dopo l’intervallo entrano in scena le coppie e qui Possaccio sfodera le sue batterie di cannoni di calibro elevato a brandeggio mobile: per i marchigiani è finita la scampagnata, piovono proiettili di ogni tipo, tanto che le loro coppie riescono a raggranellare la miseria di nove punti in quattro set. Il punteggio raggiunge le solite dimensioni: 6-2 per Possaccio e comando del girone mantenuto con tre punti di vantaggio sui campioni in carica di Boville.

Nel primo girone i milanesi della Caccialanza hanno conquistato un importate successo esterno sui campi dei salernitani dell’Enrico Millo che, non va dimenticato, sono stati vice-campioni 2020. Il distacco sulle seconde è salito a sei punti: sembrerebbe una voragine, tuttavia i teramani del campione del mondo Formicone hanno una partita  in meno, quindi conservano, in teoria, la possibilità di aggancio, considerato che avranno lo scontro diretto fra le mura amiche alla dodicesima giornata.

PILLOLE DI BOCCE

1° girone – decima giornata

Enrico Millo (SA) – Caccialanza (MI) 3-5 (39-52)

Mauro/Noviello/Santoriello (SA) – M. Luraghi/P. Luraghi/Viscusi (MI) 8-7 5-8

Scolletta (SA) (2° set Ferrara) – Savoretti (MI)  3-8 0-8

Noviello/Santoriello (SA) – P. Luraghi/Viscusi (MI) 5-8 8-2

Scolletta/Ferrara (SA) – M. Luraghi/Savoretti (MI) 8-3 2-8

Classifica girone 1

Caccialanza* 22, Nova Inox Teramo** e Enrico Millo 16, Vigasio Villafranca* 13,  Accessori Moda Napoli 10, Giorgione Treviso* 9, Capitino* 7,   Montesanto 5.

*partite in meno

2° girone – nona giornata

Possaccio (VB) – Fontespina (MC) 6-2 (54-26)

Paone/Scicchitano/Signorini (VB) – Gattari/Macellari/Sabbatini (MC) 8-1 8-0

Andreani (VB) – Barbieri (MC) 1-8 7-8

Andreani/Paone (VB) – Barbieri/Sabbatini (2° set Calvarese) (MC) 8-2 8-2

Scicchitano/Signorini R. (VB) – Macellari (2° set Gianpaoli) (MC) 8-0 8-5

Classifica girone 2: 

Possaccio 24, Boville 21, Fossombrone 16, Fontespina  e Rubierese 14, CVM Moving System 8, Aper Capocavallo 7, Invoice Cagliari 4.

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127