EMERGENZA CORONAVIRUS (ATTIVITÀ APERTE E CONSEGNE A DOMICILIO ) Segnalaci la tua attività Guarda tutte le attività
Casalzuigno | 19 Marzo 2021

Casalzuigno vuole puntare su storia e cultura: ecco il nuovo progetto di riqualificazione

Il Comune ha approvato una serie di interventi che riguardano anche il borgo dipinto di Arcumeggia e che potrebbero essere finanziati interamente dalla Regione

Tempo medio di lettura: 2 minuti

Spingersi verso una vocazione sempre più aperta al turismo, di prossimità e non, anche attraverso il recupero di beni storici e spazi pubblici: l’ambizione di Casalzuigno è racchiusa tutta qui, in un progetto di ampio respiro che coinvolge tutto il piccolo centro della Valcuvia – compresa la frazione di Arcumeggia, il noto “borgo dipinto” – approvato recentemente dalla giunta comunale.

Per il paese, dunque, sono previsti interventi strutturali e manutentivi di vario genere per un importo complessivo di 436mila euro. Per poter sostenere tali costi, l’amministrazione, congiuntamente al progetto, ha approvato anche la richiesta di partecipazione al bando regionale dedicato proprio alla valorizzazione dei borghi storici al fine di ottenere i fondi necessari.

I lavatoi di Ronco di Casale, Zuigno e Arcumeggia verranno ristrutturati e riqualificati, mentre l’antico selciato che caratterizza i percorsi tra Zuigno, Aga e Arcumeggia verrà rifatto, con lo scopo di valorizzare i percorsi pedonali e ciclabili presenti. Oltre a ciò, dal momento che la zona è uno dei tanti punti di riferimento per gli appassionati di ciclismo, come riporta il quotidiano locale La Prealpina, verrà posata anche una colonnina adibita alla ricarica delle biciclette elettriche.

Ad Arcumeggia, dove già si spera in un prossimo restauro degli affreschi in deterioramento, sono previsti i lavori più consistenti, a partire dalla realizzazione di un nuovo chiosco multifunzionale che fungerà sia da punto ristoro che da punto informativo nei pressi del parcheggio, mentre l’edificio delle ex-scuole che ospita attualmente la Proloco e lo IAT sarà anch’esso oggetto di una riqualificazione, con l’intento di aumentarne la fruibilità turistico-culturale e di consentire una maggiore ricerca scientifica relativa al “borgo dipinto”.

A tal fine, quindi, oltre alla manutenzione straordinaria interna ed esterna – che comprende anche l’installazione di una stufa a biomassa e l’adeguamento degli spazi – l’intenzione del Comune è quella di realizzare un centro archivistico che conservi tutta la documentazione e il materiale scientifico e storico riguardante le opere pittoriche e di allestire, anche dal punto di vista multimediale, lo IAT e l’infopoint.

L’auspicio di Casalzuigno, dunque, è che il recupero della propria storicità dia una rinnovata possibilità al paese di presentarsi sia ai locali che ai turisti con una veste nuova e capace di offrire molteplici proposte, da quelle artistiche e culturali a quelle legate al mondo dello sport e della natura: segno che il futuro del territorio, in questo caso, può passare anche dalla valorizzazione del proprio passato.

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127