EMERGENZA CORONAVIRUS (ATTIVITÀ APERTE E CONSEGNE A DOMICILIO ) Segnalaci la tua attività Guarda tutte le attività
Luino | 23 Febbraio 2021

Fatale l’incidente in centro a Luino, la comunità si stringe attorno a Donato Bianco

Centinaia i messaggi di vicinanza alla famiglia del 28enne di Lomazzo. Il sindaco Enrico Bianchi: "Ho incontrato il padre, ho espresso lui il cordoglio della città"

Tempo medio di lettura: 2 minuti

Da Lomazzo in gita sul lago Maggiore, a Luino, per godersi una bella domenica primaverile. Era questo l’obiettivo di Donato Bianco, ragazzo 28enne residente in provincia di Como, che domenica pomeriggio ha perso la vita in viale Dante, sulla statale, dopo essersi scontrato in sella alla sua moto contro un’auto, una Polo Volkswagen guidata da un 63enne, rimasto illeso, che si stava immettendo sulla 394.

Le condizioni del motociclista erano parse subito gravi al capannello di persone che si sono fermate per capire cosa fosse successo e per allertare il 118; nonostante i tentativi di rianimarlo da parte degli operatori sanitari, per il 28enne purtroppo non c’è stato nulla da fare, è deceduto subito dopo il suo arrivo in pronto soccorso all’ospedale di Luino. L’amica passeggera in moto con lui, invece, non è in pericolo di vita, ma è stata operata all’ospedale di Circolo di Varese per ridurre una frattura alla tibia causata dall’impatto, dopo il trasporto con l’elisoccorso.

Tanti i commenti delle persone, soprattutto sui social network, che, percorrendo domenica pomeriggio la statale, hanno assistito alla scena e che hanno espresso la loro vicinanza alla famiglia. “Ieri mattina ho incontrato il papà di questo povero ragazzo in Comune – commenta il sindaco di Luino, Enrico Bianchi -. È venuto a farmi visita con alcuni suoi colleghi carabinieri luinesi. Ho espresso lui tutto il cordoglio e la partecipazione al dolore da parte della nostra città, per un giovane che è morto proprio in centro a Luino. Non è una cosa che mi lascia indifferente, non è stato semplice parlare in questa situazione con il papà, che mi ha solo detto che il figlio era un grande appassionato di moto”.

La 394, purtroppo, non è nuova a simili tragedie, da Zenna fino a Varese, e il dibattito sul traffico, sulla viabilità e sugli incidenti da anni è sempre oggetto di discussione non solo tra la popolazione ma anche tra gli amministratori locali.

Soprattutto nelle domeniche primaverili ed estive – continua Bianchi -, il traffico e la viabilità su questa strada sono pesanti. Si potrebbe provare ad aumentare la presenza di forze dell’ordine, ma più di un tot non si può fare. Il traffico è consistente, con flussi importanti. L’unica cosa che posso fare dopo questo fatale incidente, è raccomandare a tutti di stare attenti, soprattutto agli incroci e in questo periodo con l’arrivo dei mesi più caldi dell’anno. Non posso aggiungere altro, se non esprimere nuovamente il mio dolore alla famiglia di Donato in questo triste momento”.

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127