EMERGENZA CORONAVIRUS (ATTIVITÀ APERTE E CONSEGNE A DOMICILIO ) Segnalaci la tua attività Guarda tutte le attività
Italia | 13 Gennaio 2021

Covid, il ministro Speranza: “Ci sarà anche un’area bianca con Rt sotto 1”

L'incidenza di contagio, però, dovrà essere sotto i 50 casi ogni 100mila abitanti e un indice Rt inferiore a 1. Lo ha riferito il ministro della Salute alla Camera

Tempo medio di lettura: 2 minuti

Il governo “ha intenzione di prevedere anche una quarta area, un’area bianca, con indice basso di contagi, ovvero solo per quelle Regioni con incidenza sotto i 50 casi ogni 100mila abitanti e un indice Rt inferiore a 1“.

Lo ha detto il ministro della Salute, Roberto Speranza, in Aula alla Camera, mentre la crisi di governo non smette di preoccupare tutta la popolazione in un momento complicato e difficile come quello che stiamo vivendo. Il ministro ha precisato però che “è difficile che questa area possa scattare nel breve periodo. Ma – ha concluso – iniziamo a disegnare un percorso di speranza”.

Nel frattempo, “A livello nazionale – continua ancora il ministro – il tasso di occupazione delle terapie intensive torna ad attestarsi sopra la soglia critica del 30% e c’è un drammatico mutamento dell’indice di rischio attribuito alle Regioni: 12 regioni e province autonome sono ad alto rischio, 8 sono a rischio moderato, di cui 2 in progressione a rischio alto, e una sola regione è a rischio basso”.

Annunciati anche due dei sette impegni previsti per il Governo dalla risoluzione di maggioranza.”Deliberare la proroga dello stato di emergenza fino al 30 aprile al fine di confermare e rafforzare le misure di contenimento della diffusione del virus” e “approntare idonee misure di ristoro in favore delle attività economiche che subiranno limitazioni per via delle misure restrittive eventualmente adottate”.

Ad oggi abbiamo siglato opzioni per circa 226 milioni di dosi che nelle prossime settimane aumenteranno ulteriormente sino a giungere a 250 milioni, esercitando sempre il diritto di opzione previsto dagli accordi europei che ci consente di bloccare per ogni contratto siglato dall’Unione il 13,46% di vaccini. Abbiamo opzionato così quasi il doppio delle fiale necessarie per vaccinare tutti gli italiani. Tutto quello che si poteva e si doveva fare per approvvigionarsi del vaccino è stato fatto con attenzione e per tempo”.

Un altro aspetto, infine, sottolineato da Speranza riguarda i musei nelle cosiddette “zone gialle”. “È intenzione del Governo in area gialla e nel rispetto di tutte le misure di distanziamento riaprire i musei come luogo simbolico della cultura del nostro Paese”.

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127