EMERGENZA CORONAVIRUS (ATTIVITÀ APERTE E CONSEGNE A DOMICILIO ) Segnalaci la tua attività Guarda tutte le attività
Varese | 18 Novembre 2020

Coronavirus: “ATS Insubria da marzo non riesce a reperire nuovi medici di base”

Astuti (Pd): "3360 ore di incarichi vacanti di medicina generale e concorsi indetti dalla Regione andati deserti: così si presidia il territorio in piena pandemia?"

Tempo medio di lettura: 2 minuti

“Sul territorio di Varese e Como ci sono 3360 ore di incarichi di medicina generale vacanti e ATS Insubria non è in grado di reperire nuovi medici di base da almeno marzo 2020. Questo rivelano i dati di Regione Lombardia sui tre concorsi indetti per il reclutamento di medici di base per Varese e Como e che negli ultimi sette mesi sono andati sistematicamente deserti”, denuncia il consigliere regionale del Partito Democratico Samuele Astuti.

“Il 25 marzo 2020 – afferma Astuti- Regione ha indetto un concorso per colmare una carenza di 3432 ore di incarichi vacanti sul territorio di ATS Insubria. Il bando è andato pressoché deserto, con una riduzione minima di incarichi vacanti di appena 72 ore, scendendo a 3360 al 22 luglio 2020. In questa data la Regione ha infatti indetto un nuovo bando andato completamente deserto a cui è seguito un terzo aperto il 21 ottobre scorso. Ciò significa che dall’inizio della pandemia la nostra provincia, oltre a quella di Como, non ha potuto contare su nuovi medici di medicina generale che già sappiamo essere troppo pochi”.

“Tra le province di  Varese e Como – prosegue il consigliere dem – ci sono solo 901 medici di medicina generale e 178 pediatri per un milione e mezzo di abitanti: un rapporto ben al di sopra della soglia di guardia che lascia ogni professionista con l’esorbitante numero di circa 1500 pazienti pro-capite. In che modo questo significa presidiare il territorio nel pieno di una pandemia?“.

“Proprio alla luce di queste evidenze Regione Lombardia deve incentivare i medici ad intraprendere la professione con aiuti ad hoc, con sedi per il proprio studio in concessione gratuita, dotate di personale infermieristico qualificato e di strumentazione per la teleassistenza specialistica di pneumologi, geriatri e specialisti che possano consigliarli da remoto circa le migliori terapie per i pazienti in cura presso il proprio domicilio”, conclude Astuti.

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127