EMERGENZA CORONAVIRUS (ATTIVITÀ APERTE E CONSEGNE A DOMICILIO ) Segnalaci la tua attività Guarda tutte le attività
Luino | 2 Novembre 2020

Distretti del Commercio: contributi a beneficio delle imprese per investimenti e spese correnti

Finanziabile fino al 50% dei costi sostenuti: 100.000,00 € la dotazione fondi per ogni Distretto

Tempo medio di lettura: 3 minuti

Articolo pubblicato da Confcommercio Ascom Luino

Confcommercio Ascom Luino ha collaborato con i tre Distretti del Commercio del nord Varesotto (Ceresio – Tresa; Valganna Valmarchirolo; Alto Verbano) e con le rispettive amministrazioni comunali per la partecipazione a specifici bandi.

Grazie ai finanziamenti regionali, le imprese con unità locale nei comuni ricompresi nei Distretti potranno presentare domanda per ricevere finanziamenti a fondo perduto pari al 50% di quanto speso a fronte di alcuni investimenti (sinteticamente elencati di seguito).

Confcommercio Ascom Luino ringrazia per la fattiva collaborazione tecnici, consulenti e Confcommercio Ascom Varese, competente per territorio per alcuni comuni dei Distretti Ceresio – Tresa e Valganna Valmarchirolo.

Vediamo in dettaglio gli importi previsti per ogni singolo Distretto del Commercio:
– Valganna Valmarchirolo (comprende i comuni di Marchirolo, Cugliate F., Cunardo, Valganna): l’investimento massimo finanziabile per ogni singola azienda è pari a € 10.000,00, con un contributo massimo di € 5.000,00. L’investimento minimo è di € 1.000,00, con un contributo minimo di € 500,00.
– Ceresio – Tresa (comuni di Lavena Ponte Tresa, Cremenaga, Cadegliano V., Brusimpiano, Marzio, Cuasso al Monte): invest. massimo finanziabile € 8.000,00, contributo max € 4.000,00; investim. min. € 2.000,00/contr. min. € 1.000,00.
– Alto Verbano (comuni di Luino, Maccagno con Pino e Veddasca, Tronzano Lago Maggiore): invest.  massimo finanziabile € 8.000,00, contributo max di € 4.000,00; investim. min. € 2.000,00/contr. min. € 1.000,00.

Per i Distretti del Commercio Valganna Valmarchirolo e Ceresio – Tresa le aziende possono già attivarsi per presentare la domanda di contributo; per quello dell’Alto Verbano bisogna attendere indicativamente metà dicembre e l’approvazione da parte di Regione Lombardia.

I fondi disponibili totali, da devolvere in contributi, ammontano a € 100.000,00 per ognuno dei tre Distretti del Commercio.

Possono richiedere il contributo le imprese con unità locale in comuni ricompresi in un Distretto del Commercio e che svolgano attività di ristorazione, somministrazione o vendita diretta al dettaglio di beni o servizi, con vetrina su strada o situata al piano terreno degli edifici. Ammesse anche le imprese che forniscono servizi tecnologici innovativi di logistica, trasporto e consegna a domicilio alle imprese del commercio, della ristorazione, del terziario e dell’artigianato che coprano in tutto o in parte il territorio del Distretto del Commercio.

Le imprese possono richiedere il contributo per una serie di investimenti e spese.
Spese in conto capitale:
– Opere edili private (ristrutturazione, ammodernamento dei locali, lavori su facciate ed esterni ecc.);
– Installazione o ammodernamento di impianti;
– Arredi e strutture temporanee;
– Macchinari, attrezzature ed apparecchi, comprese le spese di installazione strettamente collegate;
– Veicoli da destinare alla consegna a domicilio o all’erogazione di servizi comuni;
– Realizzazione, acquisto o acquisizione tramite licenza pluriennale di software, piattaforme informatiche, applicazioni per smartphone, siti web ecc.;
Spese di parte corrente:
– Materiali di consumo per la protezione dei lavoratori e dei consumatori e per la pulizia e sanificazione dei locali e delle merci;
– Canoni annuali per l’utilizzo di software, piattaforme informatiche, applicazioni per smartphone, siti web ecc.;
– Spese per l’acquisizione di servizi di vendita online e consegna a domicilio;
– Servizi per la pulizia e la sanificazione dei locali e delle merci;
– Spese per eventi e animazione;
– Spese di promozione, comunicazione e informazione ad imprese e consumatori (materiali cartacei, pubblicazioni e annunci sui mezzi di informazione, comunicazione sui social networks ecc.);
– Formazione in tema di sicurezza e protezione di lavoratori e consumatori, comunicazione e marketing, tecnologie digitali;
– Affitto dei locali per l’esercizio dell’attività di impresa (solo per le imprese beneficiarie dei bandi di finanziamento);

Il contributo è pari al 50% delle spese ammesse e in ogni caso non può essere superiore all’importo delle spese in conto capitale.
Sono ammissibili le spese certificate con fattura emessa dal 5 maggio 2020 e sino al 31 luglio 2021.

Per informazioni contattare Ufficio Segreteria 0332.543.927, Stefano Meloro mail s.meloro@ascomluino.com.

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127