EMERGENZA CORONAVIRUS (ATTIVITÀ APERTE E CONSEGNE A DOMICILIO ) Segnalaci la tua attività Guarda tutte le attività
Milano | 18 Ottobre 2020

“Lockdown da scongiurare: Governo intervenga su trasporto pubblico, aiuti per commercio e più controlli”

A parlare oggi è il capogruppo di "Lombardia Ideale" e consigliere regionale Cosentino: "Più sicuro andare al bar o al ristorante piuttosto che in metropolitana"

Tempo medio di lettura: < 1 minuto

“Servono risposte dal Governo per alleggerire l’afflusso di persone sul trasporto pubblico locale, dilazionare gli orari di ingresso/uscita dalle scuole superiori e adottare interventi mirati per aiutare il settore del commercio, in particolar modo quello della somministrazione bevande e alimenti, che sta entrando ancora in seria crisi”.

A dirlo oggi, a fronte della situazione relativa all’emergenza sanitaria che stiamo vivendo, con l’aumento dei contagi, è Giacomo Cosentino, capogruppo di Lombardia Ideale in Consiglio regionale.

“Ogni giorno passo parecchie ore a parlare con lavoratori e mi piange il cuore a sentire certe situazioni – continua Cosentino – ; ci sono molti imprenditori e commercianti che stanno rispettando tutti i protocolli ed è giusto che possano continuare a lavorare, chi sbaglia deve pagare ma non possono pagare tutti per colpa di qualcuno che sbaglia. Credo che sia più sicuro andare in un negozio, in un ristorante o in un bar controllato, dove si rispettano le norme, piuttosto che in una metropolitana o all’uscita di qualche scuola superiore”.

Conclude Cosentino, “Bisogna assolutamente scongiurare un nuovo lockdown ponendo subito in essere ulteriori misure precise e incisive a livello governativo, che ci permettano di convivere in sicurezza col virus. Infine è fondamentale il lavoro dei medici di base per evitare che appena qualcuno ha un colpo di tosse si rechi al pronto soccorso, non bisogna assolutamente farsi prendere dal panico”.

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127