EMERGENZA CORONAVIRUS (ATTIVITÀ APERTE E CONSEGNE A DOMICILIO ) Segnalaci la tua attività Guarda tutte le attività
Brissago Valtravaglia | 7 Ottobre 2020

L’ANPI di Luino commemora i cinque giovani partigiani della Formazione Lazzarini

I ragazzi furono fucilati il 7 ottobre 1944 al cimitero di Brissago Valtravaglia. Stamane la cerimonia con l'ANPI Luino, autorità e istituzioni 

Tempo medio di lettura: 2 minuti

Con una cerimonia al cimitero di Brissago Valtravaglia, l’ANPI di Luino ha commemorato oggi, mercoledì 7 ottobre, alle ore 10, i cinque partigiani della Formazione Lazzarini di Voldomino fucilati il 7 ottobre 1944.

Presenti alla cerimonia il vicesindaco di Brissago Valtravaglia, Maurizio Baldioli, Giorgio Piccolo, già presidente della Comunità Montana Montana Valli del Verbano, il sindaco di Luino Enrico Bianchi, una folta delegazione dell’Anpi di Luino ed altri cittadini. A causa il Covid, assenti quest’anno gli alunni ed i loro insegnanti delle scuole di Roggiano e di Mesenzana.

In ogni caso, nel rispetto delle norme anti-Covid, con distanziamento e mascherine, la mattinata è iniziata con l’intervento del professor Carlo Banfi, che ha brevemente rievocato ciò che avvenne al cimitero in quella terribile giornata dell’ottobre 1944, riportando i racconti dei testimoni del tempo ed ha ricordato l’impavida figura dell’antifascista don Paolo Balconi, allora parroco di Brissago.

E’ seguito l’intervento del neo sindaco di Luino, dottor Enrico Bianchi, che ha ricordato che la sua prima uscita istituzionale a Luino è stata alla Commemorazione dei Martiri della Gera. Enrico Bianchi, dopo aver menzionato un articolo scritto sul settimanale Luce del 7 settembre 1945, da don Paolo Balconi, ha letto una toccante lettera, appena ricevuta scritta da Patrizia Albertoli, nipote del partigiano fucilato Gianpiero Albertoli.

In seguito ha preso la parola il vicesindaco di Brissago, l’architetto Maurizio Badiali, che ha messo sotto la lapide del cimitero un omaggio floreale ed ha confermato che l’amministrazione è impegnata a mantenere vivo per il futuro il ricordo della Commemorazione.

E’ intervenuta poi il presidente dell’ANPI Provinciale, Ester De Tomasi, che ha ricordato che questi giovani sono morti per liberare l’Italia dalla tirannia nazifascista e per la fine della guerra. Ha ricordato la figura della presidente nazionale dell’Anpi Carla Nespolo, appena deceduta, ed ha comunicato ai presenti il saluto dell’Anpi di Treviglio, che ricordano il loro concittadino qui fucilato Sergio Lozio. Infine la presidente dell’ANPI provinciale ha fatto presente di rimanere vigili perché ancor oggi, anche nella nostra provincia, ci sono movimenti che si richiamano al fascismo ed al fascismo.

E’ seguita poi la formale e religiosa benedizione del nuovo parroco di Brissago, don Michele Ravizza, mentre a concludere la cerimonia è stato il presidente dell’ANPI di Luino, professor Emilio Rossi che, nel ricordare ancora il sacrificio di questi giovani patrioti, ha ringraziato tutti i presenti per la partecipazione.

Questi i nomi di partigiani fucilati: Giampiero Albertoli, 24 anni, di Castelveccana, Dante Girani, 20 anni, di Montegrino, Flavio Fornara, 23 anni, operaio di Omegna stabilitosi a Luino, Luigi Perazzoli, 23 anni, di Milano, Sergio Lozio, 18 anni, di Treviglio.

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127