Cuveglio | 7 Ottobre 2020

Cuveglio, “Scuole ammodernate e attrezzate per gestire il Covid”

L'assessore Renato Furigo fa il punto sulla situazione di materna, elementari e medie dopo le prime settimane di lezione. Lavori per 200 mila euro e servizi garantiti

Tempo medio di lettura: 2 minuti

La situazione Covid nelle scuole dell’alto Varesotto sembra essere sotto controllo, nonostante l’annuncio dei primi casi riscontrati negli istituti di Luino e Lavena Ponte Tresa.

L’attenzione resta alta ovunque e anche in Valcuvia le realtà scolastiche si sono adeguate alla misure anti contagio che ovunque hanno stravolto le modalità di accesso alle strutture e la vita all’interno delle classi. A Cuveglio l’intesa tra amministrazione comunale e dirigenza scolastica sta garantendo l’efficacia richiesta per far vivere la scuola in sicurezza agli alunni e per rassicurare le famiglie, un aspetto non secondario di questi tempi.

“Restiamo vigili come è giusto che sia e le cose si stanno svolgendo nel modo corretto, dalla materna alle medie, passando per le elementari – commenta l’assessore Renato Furigo -. La direzione didattica ha provveduto a differenziare gli ingressi, tre per ogni struttura, e a stabilire attività pomeridiane per elementari e medie, due a settimana, al fine di limitare dove possibile il ricorso alla didattica online, mantenendo il contatto umano nel rispetto delle precauzioni”.

E il riscontro dei genitori è positivo, per almeno due ragioni. Da una parte c’è il mantenimento dei servizi importanti come il pre scuola, il dopo scuola e il pulmino quotidiano; dall’altra c’è un sistema scolastico, quello del paese, che si è preparato al meglio per la ripresa guardando anche alla qualità e alle condizioni delle strutture.

“Siamo orgogliosi di essere riusciti ad investire sui fondi regionali e statali per l’emergenza – sottolinea Furigo – provvedendo a sistemare i tetti delle elementari e delle medie, progettando e completando il rifacimento dei servizi igienici delle medie, sostituendo i banchi per i nostri alunni e ammodernando gli armadietti della materna“. In totale si tratta di lavori per circa 200 mila euro.

A proposito di numeri, c’è poi il tema di quanto il Governo ha riservato ai singoli territori per fronteggiare l’emergenza sanitaria in rapporto alle ricadute economiche del lockdown, tornato in primo piano nei giorni scorsi a seguito di un post Facebook del gruppo consiliare di minoranza “Cuveglio al Centro”. “I 23 mila euro stanziati dallo Stato per l’erogazione di buoni spesa sono andati a sostenere il 6% delle famiglie di Cuveglio e quasi il 15% dei minori – si legge nel post pubblicato sul gruppo social del paese -. I numeri dimostrano come tanti cuvegliesi abbiano particolarmente sofferto la crisi. Non si può rimanere indifferenti a questi dati, che ci allarmano e preoccupano. L’amministrazione, da noi sollecitata, ha confermato di non aver previsto alcuna propria risorsa aggiuntiva a favore dei nostri concittadini in difficoltà”.

Sul punto è ancora l’assessore Furigo a ribattere: “La minoranza non è aggiornata sui dati che sono consultabili rivolgendosi al Comune. Ai nostri Servizi sociali va un budget elevato, quasi la metà del bilancio. Tramite la dottoressa Sara Rasotto siamo andati ben oltre l’azione di sostegno dei buoni. Le famiglie con il Covid sono diventate ancora più prioritarie. Conosciamo problematiche ed esigenze che hanno orientato e orientano tuttora la nostra azione, per esempio attraverso l’assistenza in tutte le pratiche relative alla compilazione delle domande per il reddito di cittadinanza, e a quella nelle già citate attività connesse alla scuola, alle quali si è aggiunto negli scorsi mesi il campo estivo, realizzato nonostante tutte le criticità con cui ci siamo misurati”.

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127