Luino | 21 Settembre 2020

Sport, giovani e associazioni: “Lavoriamo insieme”. Una lettera al nuovo sindaco di Luino

La PVL e il presidente Minetti toccano i temi affrontati con i candidati negli incontri con la società: "Supportare i giovani e lo sviluppo della città facendo rete"

Tempo medio di lettura: 6 minuti

Riceviamo e pubblichiamo la lettera che la Pallacanestro Virtus Luino ha trasmesso alla nostra redazione.

La missiva è rivolta al futuro sindaco di Luino – di cui a ore, ormai, si conoscerà il nome – e intende riprendere e rendere noti anche ai cittadini i nodi salienti toccati negli incontri con tutti e quattro i contendenti alla guida di Palazzo Serbelloni.

Strutture al coperto e all’aperto, turismo sportivo, binomio scuola-sport, necessità di fare rete con tutte le associazioni del territorio e di ottenere da parte dell’amministrazione contributi ben definiti: sono queste le tematiche che emergono dalle parole contenute nella lettera del presidente della società Matteo Minetti.

Di seguito la riportiamo in versione integrale.

Caro Sindaco di Luino,

ancora non sappiamo chi tu sia, anche se sicuramente ci siamo già conosciuti quando venuto a trovarci al Palabetulle insieme ai tuoi compagni di lista. Abbiamo avuto il piacere di conoscere e confrontarci con tutti i candidati e per questo ringraziamo loro, così come te per aver averci dato attenzione e ascolto.

Per prima cosa ti faccio i complimenti per il prestigioso incarico ottenuto grazie alla fiducia che sei riuscito a ispirare nei nostri concittadini, sono certo che sarai all’altezza del ruolo e ti faccio un grande in bocca al lupo per il lavoro che ti attende.

Ci permettiamo di riprendere i punti salienti di ciò che ci siamo raccontati quando sei venuto a visitarci, sperando che quanto discusso possa trovare spazio nell’agenda della tua amministrazione, per far sì che  tante associazioni come la nostra possano svolgere sempre meglio il loro ruolo sociale, prima ancora che sportivo, supportando la crescita dei nostri giovani e contribuendo allo sviluppo di Luino e paesi limitrofi.

Strutture al coperto

La stagione sportiva è cominciata in salita dal punto di vista logistico, considerato che la palestra del Liceo Scientifico non sarà utilizzabile fino al risanamento di alcuni problemi evidenziati da un controllo dei vigili del fuoco che ne hanno tolto l’agibilità (resta però inspiegabile come possa a quel punto essere agibile fino alle ore 13, lasciando spazio all’attività scolastica, mentre diventi inagibile il pomeriggio per le attività sportive).

Già normalmente mancano gli spazi adeguati per fare attività tanto da vederci obbligati ogni estate a spartirci con le altre associazioni le poche ore disponibili per poter svolgere correttamente le nostre attività. Venendo a mancare questo spazio fondamentale per molti, rischiamo il collasso e dovremo ripiegare spesso su palestre troppo piccole per praticare il nostro sport.

In sostanza, se già prima si avvertiva una mancanza, ora la situazione tende a essere ancora più critica ma permette di evidenziare come solo attraverso la disponibilità di giusti spazi si possa valorizzare l’attività sul territorio delle associazioni sportive.

Crediamo che il palazzetto dello sport, di cui da tanto si parla, potrà essere un grande investimento per la città, a livello di immagine e sociale, non solo sportivo. Serve però che sia ben pensato e strutturato per non pesare eccessivamente sugli utilizzatori, né tantomeno sulle casse comunali. Se veramente il progetto e la sua realizzazione si concretizzassero, sarebbe fondamentale che almeno le principali associazioni sportive fossero coinvolte nella definizione degli spazi.

Per ragionare in tempi più brevi, una soluzione forse più rapida, meno costosa e altrettanto funzionale potrebbe essere la costruzione di una palestra di medie dimensioni. Durante le nostre conversazioni abbiamo spesso pensato che coprire il campo esterno delle betulle e costruendo 2 spogliatoi, potrebbe aiutare a ridistribuire molto l’impiego delle strutture cittadine: parlando di noi, questa stagione avremo circa 250 tesserati e, considerando che nel 2015 ne avevamo 70, nel giro di 2 o 3 anni contiamo di arrivare a 300/ 350 atleti dai 5 anni ai senior. Bastano questi numeri a spiegare che il problema degli spazi è urgente ed improrogabile.

Gioco all’aperto

Sempre a proposito di spazi in cui giocare, ti abbiamo segnalato che a Luino, in tutto il territorio comunale, esiste un solo campo all’aperto, quello all’interno del centro sportivo “Le betulle”. Il paradosso è che se riuscissimo a coprirlo, realizzando una struttura in più, non ci sarebbe più spazio per il gioco all’aperto. Già oggi però, questo risulta inutilizzabile per i ragazzi che vogliono giocare liberamente quando il centro sportivo è chiuso (ad esempio, dalle 17 della domenica in estate). Occorre fare qualcosa, specie in periodi come questo che ci hanno insegnato a riscoprire il piacere di stare all’aria aperta, anche perché come ci fa piacere constatare come ci siano sempre più ragazzi che si ritrovano per giocare fra loro: sarebbe davvero bello se questo potesse avvenire in piena libertà e che magari potesse essere una via per riqualificare e ravvivare piccole aree di territorio.

Ci piacerebbe aiutare a individuare un’area dove poter costruire un campetto all’aperto che possa essere sempre fruibile da tutti i ragazzi della zona. Una bella idea che aveva proposto il tuo predecessore prevede il recupero del parco Ferrini: si costituirebbe un centro di aggregazione giovanile in centro a Luino rivitalizzando un’area che da troppi anni è in declino. Allargando un po’ l’area e mettendo in sicurezza i gradini già presenti, si potrebbe creare un campo polisportivo già dotato di tribune dove organizzare eventi estivi, oltre che permettere ai ragazzi di giocare quando vogliono.

Altre idee emerse in campagna elettorale sono quelle di realizzarlo all’interno del Parco Margorabbia, oppure convertendo uno dei campi da calcio dell’annesso centro sportivo. Sarebbe meno centrale, ma potrebbe essere un modo per far conoscere ancora di più un’area molto bella ma poco conosciuta fra la cittadinanza.

Contributi alle associazioni

Eccoci qui a batter cassa. Siamo consapevoli delle difficoltà del periodo storico, ma crediamo che le risorse economiche ci siano, a patto di fare scelte strategiche che considerino lo sport non come un passatempo, ma come una funzione sociale strategica per la crescita dei giovani. In quest’ottica auspichiamo che ci sia sempre un budget definito per le associazioni sportive, che vengano premiate per la qualità e la quantità del lavoro che fanno nei confronti della comunità.

Sarebbe anche utile e necessario un supporto da parte dell’amministrazione comunale nel trovare ed intercettare bandi pubblici che in alcuni casi possono essere richiesti dalla singola associazione, in altri occorre un partenariato di cui il Comune potrebbe tirare le fila.

Fare rete

La modalità migliore per farlo decidila tu, insieme alla tua squadra di governo, ma crediamo che sia fondamentale che tutte le associazioni sportive, sociali e culturali della città siano fra loro interconnesse. È molto di moda usare l’espressione “fare rete”, ma siamo fermamente convinti che ogni volta che ci sono occasioni di incontro e di condivisione, nascono idee nuove e progetti innovativi.

Non limitiamoci allo sport, perché non creare collegamenti con magari con associazioni di persone in pensione? Sarebbe bello mettere a disposizione delle associazioni sportive le loro esperienze e competenze, tenendo così attive e coinvolte nella società molte persone. Oppure si potrebbero creare delle collaborazioni fra associazioni sportive, culturali e sociali, per allargare le esperienze e le occasioni di aggregazione e conoscenza, rendendo tutti i cittadini più consapevoli della vita della comunità.

Ci piacerebbe ricominciare ad organizzare la 24ore di basket, che era arrivata a portare a Luino più di 500 persone da tutta Italia. Purtroppo troppe difficoltà burocratiche hanno reso l’organizzazione troppo pesante e ci ha visto costretti a desistere. Magari coinvolgendo i volontari della protezione civile così come le altre associazioni questa potrebbe rinascere come una festa dello sport con numeri ancora maggiori.

Scuola e sport

Da anni collaboriamo con molte delle scuole primarie del circondario, mandando i nostri istruttori a fare lezioni di minibasket. Sarebbe bello che il Comune facesse da tramite fra le scuole e le associazioni sportive, per far sì che questa attività non resti isolata e dar modo ai bimbi di provare tutti le discipline sportive che offre il territorio, dando al contempo nuovo impulso all’educazione motoria in un’età critica dello sviluppo.

Turismo sportivo

Lo sport può essere un mezzo potentissimo di attrazione turistica. Lo abbiamo imparato partecipando con i nostri gruppi a molti tornei in Italia e in Europa. Ci sono paesi anche più piccoli di Luino, in località meno suggestive, che hanno perseguito questa strada con la giusta visione e determinazione e su questo hanno creato un fiorente indotto. Senza pensare a eccellenze come il Trentino o la Valtellina, a poca distanza da noi c’è per esempio Druogno che grazie al turismo sportivo accoglie centinaia di ragazzi e famiglie tutte le estati.

Potendo contare su strutture adeguate – e da questo punto di vista un palazzetto polifunzionale sarebbe ideale – si potrebbe ripensare all’offerta turistica partendo da investimenti anche modesti. Trovare un’area, magari vicina al centro sportivo o all’eventuale palazzetto, dove installare tende e relativi servizi in modo da poter ospitare comitive di ragazzi potrebbe essere il secondo passo. Questo per stimolare attraverso lo sport il turismo a Luino. Quando si muovono i ragazzi, spesso con loro si muovono anche le famiglie, richiedendo spesso sistemazioni in albergo o b&b. E molti torneranno in futuro.

In conclusione, grazie per esserci venuto a trovare, per averci ascoltato. Grazie soprattutto per quello che farai per la città e in particolare per il mondo associazionistico e dello sport. In quello che abbiamo scritto ci sono investimenti di lungo periodo, contributi per lo sviluppo delle attività, ma soprattutto tempo e determinazione per fare dello sport una risorsa strategica per il futuro di tutti. Alcune azioni sono a costo zero e crediamo possano restituire molto. Speriamo che ci sia la possibilità di fare tanto insieme. Noi ci siamo. Buon lavoro.

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127