Laveno Mombello | 22 Luglio 2020

In acqua per la solidarietà, grande successo sul Verbano per il Trofeo “Giacomo Ascoli”

Un webinar sulla Coppa America e due giorni di regate a Cerro con otto equipaggi pronti a sfidarsi a sostegno della Fondazione Giacomo Ascoli. Ecco la classifica

Tempo medio di lettura: 2 minuti

Grande successo sul lago Maggiore per la settima edizione del Trofeo “Giacomo Ascoli”, svoltasi tra venerdì 17 e domenica 19 luglio scorso a Cerro di Laveno Mombello, la manifestazione velistica a sostegno della fondazione Giacomo Ascoli che si prende cura dal 2006 dei bambini affetti da patologie onco-ematologiche con lo scopo di migliorare la loro qualità di vita e quella delle loro famiglie e contribuire alla ricerca scientifica sul linfoma pediatrico.

“Siamo molto soddisfatti. Abbiamo avuto la partecipazione di grandi velisti che hanno preso parte cinque volte alla Coppa America, e anche in questa manifestazione velica hanno tenuto alto il nome dell’Italia, con un risultato di pubblico molto positivo” dichiara l’avvocato Marco Ascoli, Presidente della Fondazione Giacomo Ascoli.

Nei due giorni di regate sullo specchio d’acqua di Cerro (davanti al Circolo Velico Medio Verbano) otto equipaggi, alla guida di altrettanti skipper di livello internazionale, si sono dati battaglia – a bordo di imbarcazioni Melges24 – per la conquista del prestigioso trofeo. Con sole e venti prevalentemente medio/leggeri, nel primo giorno si sono disputate regate di flotta e nel secondo giorno prove con la formula match race, regate testa a testa esattamente come avviene nella più famosa Coppa America.

Delle grandi sfide di Coppa America si è parlato anche nel webinar svoltosi, presso il Circolo Velico Medio Verbano, alla vigilia delle regate con gli skipper che negli anni vi hanno preso parte da Mauro Pelaschier, skipper di Azzurra nella prima partecipazione italiana a Tommaso Chieffi (Il Moro di Venezia), a Tiziano Nava (Azzurra), a Flavio Favini (Mascalzone Latino) – questi ultimi due verbanesi.

La vittoria finale è andata al germignaghese Flavio Favini in equipaggio con Flavio Carozzi e Antonella Bonora: Favini è un esperto della classe Melges 24 (di cui ha vinto anche il campionato mondiale e quello europeo).

Al secondo posto si è classificato il team guidato dal milanese Fabio Mazzoni, dirigente della Federazione Italian Vela in equipaggio con Alessandro Brughera e Antonio D’Angelo. Terzo gradino del podio per il carrarino Tommaso Chieffi con Filippo Camporeale e Gian Andrea Rigoni.

Completano la classifica al quarto posto Fabio Ascoli con Pino Bosio e Michele Palma, al quinto Aldo Bottagisio (entrambi questi skipper verbanesi) con Maria Grazia Sandrini e Giorgio Riva, al sesto il gallaratese Marco Di Natale con Andrea Reverberi e Marta Jarach, al settimo il lavenese Luca Marolli con Fabrizio e Gaia Brioschi e infine all’ottavo il monfalconese Mauro Pelaschier con Pietro e Carlo Bernardini.

La premiazione della manifestazione si è svolta a Palazzo Perabò, grazie alla disponibilità del Comune di Laveno Mombello. Sia il webinar sia il commento dal vivo della manifestazione sono stati curati dal giornalista romano Fabio Colivicchi, direttore di saily.it ilportaledellavela. Lo staff tecnico era composto da Alfio Lavazza, Tiziano Pedrotti, Valerio Giorgetti, Nando Valli e Marco Bonvini, mentre la giuria era presieduta da Roberto Tommasi.

A rendere possibile la manifestazione sono stati i contributi di istituzioni quali – oltre all’amministrazione comunale lavenese – la Provincia di Varese, la Regione Lombardia e l’Università degli Studi dell’Insubria e del cantiere Nautica Lavazza. Hanno collaborato all’organizzazione anche i circoli velici del lago Maggiore: Associazione Velica Monvalle, Circolo Velico Medio Verbano, Circolo Vela Ispra, Associazione Velica Alto Verbano, Circolo Nautico Caldè.

Tutti i video della regata, minuto per minuto, sono disponibili nel sito www.fondazionegiacomoascoli.it.

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127