Lombardia | 28 Aprile 2020

ATS Insubria, al via i test sierologici per la ricerca di anticorpi anti Covid-19 anche a Cittiglio

L'annuncio dall'assessore regionale al Welfare Giulio Gallera e dalla direzione dell'Agenzia Di Tutela Della Salute. Qui tutte le informazioni utili per la comunità

Tempo medio di lettura: 2 minuti

Partiranno anche nel territorio di ATS Insubria i test sierologici per la ricerca di anticorpi anti COVID-19, con la finalità di individuare i soggetti suscettibili di contagio ma anche di procedere ad una progressiva riammissione alle comunità di vita e di lavoro.

La campagna è destinata ai cittadini che sono stati messi in isolamento fiduciario al domicilio da ATS, a seguito di indagine epidemiologica, o dal Medico di Medicina Generale. I test non saranno proposti a pazienti COVID- positivi, per i quali si conferma la necessità del doppio tampone negativo (almeno a 24 ore di distanza), a conclusione della quarantena obbligatoria. Parallelamente, sarà avviato uno specifico programma di screening rivolto agli operatori sanitari.

ATS Insubria, sulla base delle informazioni epidemiologiche in proprio possesso o su richiesta del medico curante, attraverso le ASST, individuerà i cittadini che rientrano nel target indicato per sottoporsi al test. L’adesione è su base volontaria.

L’ASST Sette Laghi attiverà tre punti prelievo, rispettivamente a Varese, Tradate, Cittiglio. L’ASST Lariana avrà tre punti prelievo rispettivamente a  Como, Mariano Comense, Menaggio. Per l’ASST Valle Olona i punti prelievo saranno due, rispettivamente a Saronno e Gallarate. Si sta valutando l’attivazione di un ulteriore punto prelievi a Busto.

A partire da domani, con l’avvio di altri 33 centri, si estende a tutta la Lombardia l’esecuzione dei prelievi ematici per l’elaborazione dei test sierologici che porteranno a regime, entro l’inizio della prossima settimana, il sistema regionale di analisi degli anticorpi neutralizzanti per il Covid-19″. Lo annuncia l’assessore al Welfare della Regione Lombardia, Giulio Gallera.

“In pochi giorni abbiamo attivato 46 centri prelievi – prosegue Gallera – presso i quali vengono invitati i cittadini ancora in quarantena fiduciaria, soggetti sintomatici, con quadri simil influenzali, senza sintomi da almeno 14/21 giorni segnalati dai Medici di Medicina Generale alle ATS e i contatti di casi asintomatici o con sintomi lievi, identificati dalle ATS a seguito dell’indagine epidemiologica già prevista ma senza l’effettuazione del tampone nasofaringeo per ricerca di SARS-CoV-2, anch’essi ancora in quarantena fiduciaria. Contestualmente vengono effettuati i prelievi anche al personale sanitario”.

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127