Alto Varesotto | 11 Gennaio 2020

Quarant’anni di carcere per gli spacciatori dei boschi dell’alto Varesotto

Sei condanne per gli spacciatori nordafricani coinvolti nell'operazione "Maghreb", altri in aula a maggio. Espulsione a fine pena, venti in totale gli imputati

Tempo medio di lettura: 2 minuti

Pene da un anno e dieci mesi a quattro anni e nove mesi, con multe tra 8mila e 30mila euro. Sei le persone condannate.

Sono questi i principali numeri del primo filone processuale che fa seguito all’operazione “Maghreb” di undici mesi fa, l’indagine condotta dai carabinieri di Luino che ha inflitto il colpo più duro al fenomeno dello spaccio nei boschi tra Valganna, Valmarchirolo, Valcuvia e Valtravaglia, sgominando un’intera banda composta da marocchini ed egiziani, otto dei quali avevano già scelto la via del patteggiamento dopo l’arresto, altri sei quella del rito abbreviato (solo tre gli spacciatori che avevano fatto perdere le loro tracce in seguito ai blitz).

Nel giro, però, erano coinvolti anche tanti italiani, perlopiù come clienti (oltre duecento in totale le persone identificate, con sette chili di droga sequestrati dai militari dell’Arma), che in alcuni casi, pur di mettere le mani sulla loro dose, erano disposti a svolgere dei compiti in favore dei pusher, collaborando ad esempio per gli spostamenti legati al traffico di sostanze all’ombra delle tende e dei bivacchi allestiti tra gli alberi.

“E sono proprio i ‘sottomessi’, cioè i tossicodipendenti utilizzati per portare viveri o fare consegne nei boschi, ad essersela cavata con le pene più basse – si legge oggi sulle pagine del quotidiana La Prealpina -. Mano pesante, invece, del gup Giuseppe Fertitta al termine dell’udienza preliminare di ieri in Tribunale a Varese, per gli stranieri che controllavano il traffico di sostanze proibite”.

Per il traffico di marijuana, hashish, cocaina ed eroina nei boschi del territorio, le pene fino a qui comminate raggiungono un totale di quarant’anni di carcere. Ma la parola fine nel processo agli spacciatori dei bivacchi non è stata ancora scritta. Il prossimo 8 maggio altri imputati compariranno di fronte al collegio giudicante. I quattro immigrati già condannati, una volta espiata la pena verranno espulsi dall’Italia.

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127