Cittiglio | 9 Dicembre 2019

Dagli Alpini di Varese e Luino un’importante donazione per l’Ospedale di Cittiglio

La sezione di Varese, in sinergia con quella luinese, hanno donato 5 letti elettrici per il Reparto di Recupero e Rieducazione Funzionale dell’Ospedale di Cittiglio

Tempo medio di lettura: 2 minuti

“Aiutaci ad aiutare”: con questo spirito gli Alpini della Sezione A.N.A. di Varese hanno dato il via all’iniziativa Panettone degli Alpini 2019, in occasione del Centenario della Fondazione dell’A.N.A. Questa iniziativa ha permesso di donare cinque letti elettrici per il Reparto di Recupero e Rieducazione Funzionale dell’Ospedale di Cittiglio.

“Recepita l’esigenza, – spiegano gli Alpini – si è subito messa in moto l’organizzazione della Sezione A.N.A. di Varese in sinergia con la Sezione A.N.A. di Luino. Il motto coniato per il Centenario dell’A.N.A., ‘100 anni di coraggioso impegno’ dimostra ancor oggi come questa Associazione sia in ottima salute e sappia sempre conquistare con il proprio operato la fiducia della gente”.

“Sono davvero grato agli Alpini per questo dono – tiene a sottolineare il Dott. Michele Bertoni, Direttore della struttura Recupero e Rieducazione Funzionale dell’ASST dei Sette Laghi – che offre vantaggi importanti ai pazienti e anche agli operatori”.

I letti elettrici donati, infatti, con snodi regolabile in altezza, sono molto utili, soprattutto in un reparto come quello di Recupero e Rieducazione Funzionale. Essi consentono di variare l’altezza con dinamicità tramite una pedaliera, rendendo quindi più comodo ai pazienti e agli operatori eseguire gli esercizi e le tecniche manuali, anche le più complesse.

Offrono inoltre una maggiore sicurezza nel trasferimento carrozzina-letto del paziente riducendo al contempo le sollecitazioni a carico dell’apparato muscolo scheletrico degli operatori.

Orgogliosi della sinergia messa in atto sul territorio, per un nobile scopo raggiunto grazie alla sensibilità di molte persone, i due presidenti delle sezioni alpine di Varese e Luino, Franco Montalto e Michele Marroffino, accompagnati in reparto per la presentazione dei doni dal vicepresidente nazionale di ANA, Lorenzo Cordiglia. “Tutti ci siamo dati da fare per questa iniziativa – ha spiegato Montalto – consapevoli soprattutto dell’utilità di donare queste apparecchiature all’ospedale, nell’interesse collettivo, andando così incontro per quanto possibile all’attività quotidiano del personale e alle esigenze dei pazienti. Ricordiamo i nostri morti aiutando i vivi, è questa la filosofia che ci guida”.

Al pensiero espresso dal presidente varesino si associa quello dell’omonimo luinese, che ha descritto il senso di solidarietà degli alpini come una “malattia bellissima“, l’unica con questa insolita qualità che scalda i cuori. Grande riconoscenza, infine, da parte della dottoressa Brunella Mazzei, neo responsabile delle direzioni ospedaliere del Verbano, già direttore dell’ospedale di Tradate. “Quella degli alpini è una manifestazione d’affetto molto calorosa, il modo migliore per me di iniziare questa esperienza, ma è anche un gesto estremamente utile, che consentirà al personale di ottimizzare la fruibilità del contesto lavorativo, e impatterà ovviamente sulla qualità della riabilitazione dei nostri pazienti”.

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127