Varese e Como | 22 Novembre 2019

Nuovo ranking per l’Insubria: Medicina tra le prime 400 nel mondo, quarta in Lombardia

L’università conquista buone posizioni così anche nel "World University Rankings 2020 by subject", della rivista britannica Times Higher Education

Tempo medio di lettura: 2 minuti

Ancora buoni risultati per l’Università dell’Insubria nelle classifiche internazionali. A settembre l’ateneo era entrato nel World University Rankings 2020 della rivista britannica Times Higher Education, nel gruppo tra le posizioni 501 e 600, su 1396 atenei di 92 nazioni. Ora dalla stessa fonte arriva il World University Rankings 2020 by subject, che analizza alcune discipline valutate su tre criteri: il numero di articoli accademici pubblicati dai docenti negli ultimi cinque anni (minimo mille), il numero di studenti iscritti e infine gli insegnamenti e i laboratori proposti.

L’Insubria emerge in Clinical, pre-clinical & health (Medicina e Odontoiatria e Professioni sanitarie): è nel gruppo tra la posizione 301 e la 400, in una classifica che prende in esame 775 università in tutto il mondo ed è dominata da Oxford, Harvard e Cambridge. Se si considerano solo le università lombarde l’Insubria è al quarto posto, dopo le milanesi Statale, San Raffaele e Bicocca; 11esima tra le italiane.

Per quando riguarda le Life sciences (Scienze biologiche, Scienze ambientali e Scienze sportive), fra 821 università l’Insubria è nello scaglione tra le posizioni 401 e 500; al secondo posto delle lombarde, dopo Pavia e prima della Statale di Milano; al 24° posto tra le italiane.

Infine per Physical sciences (Matematica, Fisica e Chimica) gli atenei valutati sono 1054 e l’Insubria è circa a metà classifica, tra i numeri 501 e 600; è quinta tra le università lombarde, dopo Politecnico, Statale di Milano, Bicocca e Pavia, mentre è 31esima in Italia, in un elenco che vede sul podio la Scuola Normale di Pisa.

Il rettore Angelo Tagliabue: “Da rettore e da medico sono particolarmente fiero del risultato nella classifica Clinical and Health, segno che stiamo andando nella direzione giusta, con grande attenzione alla ricerca, alla didattica di qualità e al rapporto con i singoli studenti, a cui sono offerte tante possibilità di fare pratica. Sono anche molto soddisfatto del confronto, per noi positivo, con le importanti università milanesi e con le altre lombarde”.

Questi risultati sono in linea con un andamento decisamente positivo: per il Censis l’Insubria è in quinta posizione assoluta tra i piccoli atenei statali italiani e al primo posto in Lombardia per comunicazione e servizi digitali; per la classifica Arwu è tra i migliori mille del mondo e per Cwur è nella posizione 826 su 2000; inoltre i dati Almalaurea 2019 dicono che i laureati dell’Insubria terminano gli studi in corso e trovano lavoro più velocemente che nel resto d’Italia.

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127