Cassano Valcuvia | 9 Novembre 2019

A Cassano Valcuvia con Latitudini i “Dialoghi di Profughi”, un testo di ieri che parla di oggi

Appuntamento per sabato 9 novembre alle 21 al Teatro Comunale con lo spettacolo di Bertold Brecht portato in scena dalla compagnia Chille de la Balanza

Sabato 9 novembre, alle ore 21, al Teatro di Cassano Valcuvia per la stagione Latitudini arriva la compagnia toscana Chille de la Balanza con lo spettacolo “Dialoghi di Profughi” di Bertold Brecht.

Chille de la Balanza è una storica compagnia di teatro di ricerca che ha sede presso l’ex manicomio di San Salvi a Firenze. Ha raccolto successi anche all’estero e numerosi riconoscimenti, in questo spettacolo si misura con uno dei testi più divertenti e allo stesso tempo amari di Brecht, scritto negli anni Quaranta e in grado di parlare e interrogare gli uomini del XXI secolo.

Brecht lo scrisse durante il soggiorno in Finlandia nel 1940 dopo la fuga dalla Germania nazista. Al ristorante della stazione di Helsinki un Bertolt Brecht in esilio scrive senza sosta, davanti a un boccale di birra, i Dialoghi di profughi, l’opera incompiuta da cui lo spettacolo è tratto.

Con l’arrivo di due giovani attori che vengono da Copenaghen, dove hanno recitato in un’altra commedia brechtiana, il ristorante si trasforma in Teatro e prende vita il divertente dialogo tra lo scienziato-intellettuale Ziffel e l’operaio Kalle.

Uno strano intellettuale e un non meno strano operaio nei discorsi dei quali ogni tanto appare Hitler, citato come l’Imbianchino o il Comediavolosichiama. I Dialoghi, ad oggi uno dei testi brechtiani meno frequentati, contengono anche un’amara e divertente riflessione su potere e populismo.

Lo spettacolo termina con una breve lezione-riflessione su “a cosa serve il Teatro?” e come possa favorire la “grande arte della convivenza”… il tutto mentre la nave che sta portando Brecht in America è ferma al largo in attesa che venga concesso il visto per poter approdare nella terra della libertà! In scena Matteo Pecorini, Rosario Terrone e Claudio Ascoli nella parte di Bertolt Brecht. Musiche originali di Alessio Rinaldi, scrittura scenica di Claudio Ascoli e Sissi Abbondanza.

Durante tutta la stagione teatrale il ristorante sociale Il Grotto del sorriso, a pochi passi dal teatro, propone al pubblico che assisterà agli spettacoli un ricco “apericena” al prezzo di 10 euro, dalle 19 (prenotazioni al numero +39 347 3426263). E dopo ogni spettacolo la serata continua sorseggiando un bicchiere di vino per scambiare opinioni e approfondire la conoscenza degli artisti appena scesi dal palcoscenico.

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127