Varese | 2 Novembre 2019

Hockey, i Mastini prendono l’ottovolante: Appiano sconfitta, partita senza storia

I varesini travolgono i Pirati con un risultato ed una prestazione perentoria. Tra meno di 24 ore i saranno impegnati ancora in casa contro il Valdifiemme

I Mastini vincono, convincono, giocano bene ed esaltano un pubblico sempre più presente, dalla curva alle tribune. Il risultato di 8 a 0 è quasi inaspettato, ma meritato. Varese era in “giornata sì”, Appiano in “giornata no”. Era una rivincita, c’era quel retrogusto amaro di chi circa otto mesi fa si è trovato in mano il nulla dopo una serie di tiri di rigore andata male.  Eppure, proprio quella partita ha avuto grande peso per la società giallonera perchè è stata quella che ha dato il via alla svolta.

L’inizio è di chiara impronta giallonera e dopo un paio di scorribande per parte, arriva dopo 3 minuti la rete di Franchini ottimamente imbeccato da M. Borghi. Dal primo vantaggio al raddoppio passano 90″ e questa volta la marcatura se la prende interamente lo stesso Borghi. Dal terzo difensivo inizia l’azione che manda in porta l’attaccante, il quale è bravo a dimostrare la sua tecnica hockeystica realizzando una rete da video dimostrativo. L’Appiano è colpito nel suo punto di forza, ovvero la difesa. Ci mettono del tempo i Pirati a prendere le misure e in parte riescono. L’orgoglio della formazione di Marchetti consente di spostare il gioco più avanti e quando la rete sembra cosa fatta c’è Tura a tenere integro il doppio vantaggio. I tentativi di Tombolato, Scelfo, Pichler, Maino e Spoegler non danno i frutti sperati dagli ospiti e il portierone giallonero si esalta quando devia la conclusione ravvicinata di Paijc. Vanetti e Perna si divorano il tris, ma poco importa, poichè ci pensa Franchini a far saltare pubblico e borraccia, infilando con una staffilata il disco sotto l’incrocio dei pali sull’angolo coperto dal portiere Gaiser. Prima della sirena, ancora Tura si oppone a Paijc, chiudendo per ben due volte la gabbia giallonera.

Il secondo dritte inizia in fotocopia del precedente. Al minuto 23, dopo una super parata del portiere Gaiser, lo stesso si fa sorprendere da un disco non irresistibile scagliato da M. Borghi da posizione impossibile. I Mastini calano il poker. Ma c’è ancora gioia per il buon pubblico giallonero. Passano 45″ e Ilic, dopo aver ricevuto da Raimondi, chiude l’azione spedendo il disco con un tiro secco, preciso e potente sotto l’incrocio opposto da circa 4 metri. Finisce qui la prova del portiere Gaiser, richiamato in panchina per lasciare il posto a Peiti, subito grande protagonista in almeno un paio di occasioni, ma nulla può sull’incursione di Odoni: dopo due respinte, il terzo tentativo è vincente per il giallonero. Varese assedia la gabbia dei Pirati e pianta le tende nel terzo di attacco: intorno al 33°, per un paio di minuti, il portiere dei Pirati prova a salvare il salvabile, andando a parare una serie di conclusioni a ripetizione che pae interminabile, ma resta impotente sull’asse Raimondi – Asinelli. La combinazione di prima intenzione porta alla settima realizzazione.

Nell’ultimo drittel a difendere la porta giallonera c’è Bertin, che trova spazio al posto di un eccellente Tura così come trovano spazio anche altri giocatori per i quali è importante mettere minuti nella gambe. Il copione però non cambia. Peiti è superlativo in diverse occasioni. Hanno dal miracolo sportivo le parate su Andreoni e Aniselli a botta sicura, ma si ripete su M. Mazzacane e su Schina. L’ottava macatura giallonera arriva grazie a Franchini, il quale evita l’uscita del goalie avversario e deposita nella porta sguarnita. Perna non trova la marcatura nell’uno contro uno ma poco male. Bravo anche Bertin con almeno tre parate decisive a mantenere la porta inviolata. La partite termina con gli applausi di un pubblico festante e tutto in piedi, con la colonna sonora di una curva nuovamente popolata che canta incessantemente scandendo il nome della città.

Tra meno di 24 ore i Mastini saranno impegnati ancora in casa contro il Valdifiemme. Domani, domenica 3 novembre ore 19.30. Intanto, approfittando del turno di riposo del Merano, la classifica è ancor più piacevole.

Mastini Varese – Appiano 8 – 0 (3:0  4:0  1:0): 2’54” (MV) Franchini (M. Borghi), 4’20” (MV) M. Borghi SH1, 17’41” (MV) Franchini (Perna, M. Borghi), 23’04” (MV) M. Borghi (Perna, Re), 23’50” (MV) Ilic (Raimondi), 27’26” Odoni, 35’14” (MV) Asinelli (Raimondi), 50’28” (MV) Franchini (Perna, Re)

MASTINI VARESE: 65 Tura (29 Bertin), 3 Schina, 5 Re, 20 Cecere, 22 E. Mazzacane, 26 Grisi, 34 F. Borghi, 64 Lo Russo, 90 Ilic, 4 Perna, 12 Franchini, 16 Vanetti, 17 Andreoni, 19 Teruggia, 21 M. Mazzacane, 23 M. Borghi, 32 P. Borghi, 74 Asinelli, 88 Privitera, 91 Raimondi, 97 Odoni. Coach: Massimo Da Rin

APPIANO: 32 Peiti (29 Gaiser), 6 Pichler, 19 Unterrainer, 21 Dellagiacoma, 61 Pelletier, 67 L. Mair, 71 Hofer, 75 Spitaler, 7 M. Mair, 13 Maino, 17 Pajic, 20 Engl, 24 Gamper, 31 Critelli, 50 Spoegler, 85 Scelfo, 91 Tombolato. Coach: Giovanni Marchetti

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127