Grantola | 1 Novembre 2019

L’avvocato, il musicista e l’amore per Grantola: “Celebriamo Alberto Dall’Ora e Quirino Besati”

La minoranza chiede l'intitolazione di luoghi pubblici alle due figure, entrate in modo diverso nella storia del paese. Mozioni firmate De Sensi, Pelucco e Ghiringhelli

Due personalità molto diverse, sia per estrazione sociale che per il proprio vissuto, ma legate da un comune denominatore: l’amore per Grantola.

E’ in queste righe la ragione per cui i consiglieri di minoranza Ivan De Sensi, Simone Pelucco e Sergio Ghiringhelli, hanno depositato nei giorni scorsi due mozioni finalizzate ad intitolare due luoghi pubblici a figure che nello scorso secolo hanno contribuito, in modo diverso, a scrivere la storia del borgo, lasciando un segno indelebile all’interno della comunità.

Il primo nome che compare nei documenti firmati dai gruppi “Si… Amo Grantola” e “Lega per Grantola” è quello dell’avvocato Alberto Dall’Ora (Verona 1923 – Milano 1988), “considerato per decenni uno dei migliori e più influenti penalisti italiani. Egli – spiegano i firmatari – ha difeso personalità di rilievo quali Vincenzo Muccioli, nel processo contro la comunità di San Patrignano, ed Enzo Tortora nel processo che lo vide battersi contro l’eccessiva rigidità dei giudici nel credere ai pentiti. La sua onestà intellettuale lo portò a rinunciare ad incarichi importanti, come la difesa di Felicino Riva o di Michele Sindona, perché non convinto della posizione dell’imputato”.

L’avvocato Dall’Ora, seppur di origini venete, vedeva Grantola come luogo di pace e di svago, destinazione prediletta per il tempo libero che il giurista amava trascorrere a Palazzo de Nicola, “sua proprietà meticolosamente ristrutturata e salvata da un imminente decadimento”. Di “gioviale convivenza” il rapporto stretto con i grantolesi, si legge nel testo della mozione, motivo per cui è ancora vivo e affettuoso il suo ricordo.

Dal pregevole lavoro intellettuale, applicato all’attività forense, i valori che secondo i consiglieri di minoranza rendono meritevole di celebrazione la figura del maestro Quirino Besati (Grantola 1884 – Grantola 1975), sono la creatività, il talento artistico e la passione per la musica.

“Grantolese doc – raccontano De Sensi, Pelucco e Ghiringhelli – come la stragrande maggioranza dei propri coetanei raccoglie esperienze di lavoro all’estero e partecipa al primo conflitto mondiale come combattente. Dotato di un indiscusso genio, il Besati è stato per anni la colonna portante del Corpo Musicale di Grantola, fondato nel 1884 (attualmente associazione più antica tra quelle operanti in paese), e ancora in attività. La sua tenacia e la sua disinteressata passione gli hanno permesso di farlo sopravvivere nonostante i momenti difficili che hanno caratterizzato il Novecento. Ma il maestro Besati non era solo questo. Egli era un uomo che ha sempre dimostrato un forte interesse per il proprio paese, collaborando nella vita associativa e promuovendo numerose iniziative culturali e ricreative“:

Quirino Besati, infine, prese parte attivamente alla vita politica del paese in veste di consigliere, ed è proprio durante la prossima assemblea – ancora da calendarizzare – che le due mozioni potranno essere presentate e discusse”.

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127