Lombardia | 27 Ottobre 2019

“Ciak #inLombardia”, foto: vince Martina Zerpelloni con “Gli occhi del Kursaal” di Luino

Premiati diversi vincitori, con grandi riconoscimenti per progetti provenienti da diverse province. Nelle foto seconda la lavenese Rosa Ametrano con "Agra" 

Tempo medio di lettura: 3 minuti

Il Belvedere di Palazzo Lombardia ha fatto da cornice alle premiazioni di “Ciak #inLombardia”, il bando che ha selezionato progetti fotografici e audiovisivi con l’obiettivo di far conoscere nuove location lombarde adatte al cinema, alla televisione, alla fiction e alla pubblicità.

La misura, voluta dall’Assessorato al Turismo, Marketing territoriale e Moda di Regione Lombardia – guidato dall’assessore Lara Magoni – ha premiato cinque elaborati fotografici e altrettanti audiovisivi. “Una vera e propria serata da Oscar – ha sottolineato l’assessore Magoni – con video e immagini suggestive per promuovere la nostra Lombardia. Sono davvero felice che tanti giovani abbiano partecipato alla nostra iniziativa, valorizzando le bellezze uniche di una terra votata al cineturismo. Scatti e ciak che contribuiranno a promuovere la Lombardia a livello nazionale ed internazionale”.

Il primo premio (fotografia) andato alla studentessa varesina Martina Zerpelloni: un riconoscimento di 6.000 euro per il progetto “Gli occhi del Kursaal“, realizzato a Palazzo Verbania, a Luino. Nella motivazione vi e’ l’ottima scelta della location “e la qualità tecnica dell’elaborato. Progetto di notevole impatto comunicativo”. Lo scatto immortala le vetrate della sala ristorante dell’ex Hotel Verbania. La fotografia vuole mostrare l’ampiezza della sala e la splendida vista sul Lago Maggiore dell’edificio dei primi del ‘900, in stile Liberty, recentemente ristrutturato, anche per dare spazio agli archivi di due scrittori luinesi: Vittorio Sereni e Piero Chiara.

Al secondo posto la foto di Rosa Ametrano, residente a Laveno: dote di 4.000 euro per “Una terrazza sul lago”, realizzata a Giro del Sole, in località Agra, sul Lago Maggiore in provincia di Varese.

Terza posizione per lo scatto di Benedetta Pia Usuelli, di Bellusco (MB), premiata per la foto dal titolo “Le due torri”, con soggetto le Torri di Fraele, a Valdidentro, in provincia di Sondrio. La fotografa si è aggiudicata un assegno da 3.000 euro. Quarto posto e 1.500 euro per il cremasco Andrea Talone, con “Deja’ vu bucolico”, con l’immagine della Tenuta di Pomelasca ad Inverigo, nel Comasco. Quinto premio e 500 euro, infine, per la foto dal titolo “Legati a Milano”, di Maria Fernanda Oldani, di Somma Lombardo, in provincia di Varese, alla ricerca di una “Milano vista mille volte da una prospettiva mai vista”.

 Tra gli elaborati audiovisivi il primo premio è andato alla cremonese di nascita, ma bergamasca d’adozione, Susanna Maria Vercesi: 15.000 euro con il progetto “Sul tetto della valle”, video suggestivi di angoli della Valle Imagna, in particolare della contrada di Arnosto, nel Comune di Fuipiano (BG). “Il progetto – si legge nella motivazione – valorizza il contesto da un punto di vista generale e del particolare; è bello ed equilibrato. La location è interessante. Ottimi la qualità tecnica e l’impatto comunicativo”.

Medaglia d’argento e 7.000 euro a Gabriele Borghesi di Milano per “Puoi girare il mondo oppure… girare la Lombardia”, video realizzato con immagini spettacolari di scorci magnifici di tutta Lombardia.

Al terzo posto Francesco Colombo di Lasnigo, in provincia di Como: 4.000 euro per “Balbianello e le sue sorelle”, riprese scenografiche di Villa Balbianello e del Lago di Como. In quarta posizione (2.000 di premio) il lavoro di Sarah Melania Pendolino, di Cremona: “Lombardia poliedrica”, immagini in bianco e nero di angoli particolarmente significativi di Como. Infine, quinto posto per Alessio Andreoli di Artogne, nel Bresciano. Il titolo del video è ‘Traccia”, è stato girato nel comprensorio di Montecampione (BS) e si aggiudica 1.000 euro.

Previsti, infine, quattro riconoscimenti speciali. Il “Premio Lombardia Segreta“, dedicato ai progetti che meglio
rappresentano luoghi e destinazioni poco conosciute o località famose immortalate da una prospettiva originale e insolita (per la fotografia previsto un corrispettivo economico di 2.000 euro, per il video di 7.000 euro). Per la foto e’ stata premiata Margherita Pasin di Peschiera del Garda con lo scatto “I colori di Brescia”. Per il video ecco il riconoscimento ad Alberto Palleschi, anch’egli di Peschiera, con il progetto dal titolo “Forte Ardietti”, storico forte austriaco sul Mincio.

Il “Premio Montagna“, dedicato ai progetti che meglio rappresentano le montagne della Lombardia (per il video 7.000 euro) se lo è aggiudicato Emanuele Castagna di Montevecchia, nella Brianza Lecchese, con il progetto “Sorvolando la Lombardia”, con immagini spettacolari, tra le altre, del piccolo borgo dell’Orrido di Nesso, in provincia di Como.

Infine, il “Premio Lago” per i progetti che meglio valorizzano i laghi lombardi (per la fotografia 2.000 euro): applausi per Silvio Gelmi di Fiorano al Serio, in provincia di Bergamo, con “Defendente”, a celebrare la chiesa di San Defendente, a Solto Collina, nella Bergamasca, a dominare con una splendida panoramica il Lago d’Iseo.

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127