Varese | 24 Ottobre 2019

Hockey, i Mastini Varese sontuosi nel derby lombardo: annientata Como

Trascinati da un sontuoso Perna i gialloneri abbattono il Como, Dopo un primo periodo equilibrato i varesini hanno preso il largo nel secondo drittel

Vittoria nel derby lombardo per 7 a 3 e i Mastini mettono in cantiere la sesta vittoria consecutiva. La partita è molto sentita e i gialloneri non riescono a partire con lo stesso ritmo impartito nei turni precedenti, complice anche un po’ di nervosismo da entrambe le parti.

Il Como appare più intraprendente nei primi istanti di gara, anche se la prima occasione è di marca varesina, ma il tocco volante di Franchini è respinto da Tesini col gambale. Da un pasticcio in zona neutra nasce il vantaggio comasco con il messicano Villasenor che si trova il puck sul bastone all’ingresso del terzo offensivo, tutto solo si presenta davanti a Tura e lo batte inesorabilmente. Il Varese non ci sta e si riversa in avanti: magia di Perna sulla blu che con una finta manda a spasso il diretto avversario, assist per Marcello Borghi e la saetta dagli 8 metri si infila sotto l’incrocio poco prima del decimo minuto. I Mastini hanno trovato il bandolo della matassa e iniziano a macinare gioco con buone trame offensive. Almeno cinque le occasioni colossali per trovare il vantaggio, ma Tesini appare in serata di grazia e gioca un primo periodo memorabile. Con l’uomo in meno il Varese ha almeno due situazioni da rete: nella prima Raimondi in contropiede solitario manda sul gambale di Tesini, nella seconda Franchini chiama lo stesso goalie al miracolo sulla conclusione ravvicinata.

La seconda frazione inizia con Varese che difende con l’uomo in meno e nonostante ciò nè Asinelli, nè Raimondi trovano il vantaggio, negato ancora una volta da Tesini. Ancora qualche minuto e i gialloneri passano grazie ad un’azione portata avanti da Perna e ottimamente conclusa da Raimondi con un tocco ravvicinato di prima intenzione. Passano 30″ e l’uomo assist triplica con un’azione caparbia, superando Tesini che negli immediati secondi precedenti aveva respinto quattro conclusioni consecutive. Le occasioni giallonere fioccano, ma la difesa lariana regge l’impatto principalmente per merito del proprio portiere. Appena varcata la metà della partita è Privitera in mischia a firmare il poker, ma il divario viene accorciato al 32’29” da Vola, bravo a farsi trovare pronto e indirizzare il disco nella porta sguarnita. Tesini ancora protagonista, ma poi capitola nuovamente al 34’36”: il contropiede di M. Borghi è ottimamente parato, sul rebaund altra magia di Perna che indirizza verso il capitano Raimondi, il quale mette in porta la quinta rete dei Mastini. Passano 5 minuti e ancora Perna decide di regalare la gioia del gol a Franchini: tutta sua l’azione dietro la gabbia avversaria e lo scarico per l’accorrente numero 12 giallonero merita solo la conclusione vincente. Secondo drittel sontuoso dei Mastini, Como in calo fisicamente e psicologicamente.

Una carica bruttissima di Vola viene punita con la penalità partita ma nell’occasione i gialloneri non sfruttano un powerplay di 5 minuti che trascorrono tranquilli senza mai impensierire il portiere D’Agate (subentrato a Tesini dopo la quinta realizzazione dei Mastini). Il Como accorcia le distanze con una buona trama chiusa da Formentini, abile a riprendere il rimbalzo dopo la respinta di Tura. Con l’uomo in meno è Perna che si trova solissimo a tu per tu con D’Agate: l’attaccante cerca il tunnel, ma il portiere non si sposta e nega la rete al varesino. C’è gloria anche per Asinelli al 53’31 e pochi istanti dopo potrebbe siglare la sua personale doppietta ma è D’Agate a respingere la conclusione non troppo angolata. La sfida scivola verso la fine con tranquillità.

La carica subita da M. Mazzacane è stata durissima e ha costretto il giocatore ad accertamenti in ospedale.

Sabato appuntamento a Egna per la partita contro gli Unterland Cavaliers. L’inizio è fissato per le ore 19, come la diretta di Radio Village Network, grazie alla quale è possibile ascoltare la partita.

Mastini Varese – Como 7 – 3 (1:1 – 5:1 – 1:1): 8’38” (C) Villasenor, 9’56” (MV) M. Borghi (Perna, Franchini), 24’48” (MV) Raimondi (Perna, M. Borghi), 25’31” (MV) Perna (Franchini, M. Borghi, 31’25” (MV) Privitera (Cecere, Andreoni), 32’29” (C) Vola (Fratangelo), 34’36” (MV) Raimondi (Perna, M. Borghi), 39’15” (MV) Franchini (Perna), 47’56” (C) Formentini (F. Ambrosoli), 53’31” (MV) Asinelli (Raimondi, F. Borghi).

Mastini Varese: 65 Tura (33 Menguzzato), 3 Schina, 5 Re, 20 Cecere, 22 E. Mazzacane, 26 Grisi, 34 F. Borghi, 90 Ilic, 4 Perna, 12 Franchini, 16 Vanetti, 17 Andreoni, 19 Teruggia, 21 M. Mazzacane, 23 M. Borghi, 32 P. Borghi, 74 Asinelli, 75 Di Vincenzo, 88 Privitera, 91 Raimondi, 97 Odoni. Coach: Massimo Da Rin.

Como: 40 Tesini (36 M. D’Agate), 3 Codebò, 7 Valli, 8 Fusini, 11 D.M. D’Agate, 27 Cortenova, 78 Fratangelo, 44 Taufer, 13 Formentini, 14 F. Ambrosoli, 15 Tilaro, 21 Redi, 22 Zordan, 23 R. Ambrosoli, 24 M. Meneghini, 28 Paramidani, 29 Vola, 33 Xamin, 77 Villasenor. Coach: Petr Malkov

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127