Porto Ceresio | 18 Ottobre 2019

Continua “Ottobre in giallo”: protagonista del nuovo incontro “Strani eroi” di Alessandro Bongiorni

Si terrà domani alle 17, con Alessandro Bongiorni, il nuovo appuntamento della 4° edizione della rassegna della biblioteca e dell’Assessorato alla Cultura

Prosegue la quarta edizione della rassegna letteraria “Ottobre in Giallo”, organizzata dalla Biblioteca in collaborazione con l’Assessorato alla Cultura del Comune di Porto Ceresio. Il prossimo appuntamento è fissato per domani, sabato 19 ottobre alle ore 17, come sempre nella sala di piazzale Luraschi, e vedrà protagonista Alessandro Bongiorni con il suo libro “Strani eroi”, vincitore del premio giovani al recente concorso letterario Giallo Ceresio.

Si tratta di un romanzo in cui si narra di fatti realmente accaduti, di altri che non sono accaduti e di altri ancora che sarebbero potuti accadere; in cui si incontrano persone che c’erano, persone che non c’erano e persone che avrebbero potuto esserci. “Scerbanenco sarebbe stato felice di questo autore milanese, dalla scrittura veloce e serrata. E il lettore? Non ha scampo: solo il tempo di voltare le pagine”, sono queste le parole di Corriere della Sera dedicate a Bongiorni e alla sua opera.

In “Strani eroi” l’Italia è ormai da molti anni dilaniata dalla violenza terrorista, che il 16 marzo 1978 raggiunge il suo culmine in una strada secondaria di Roma, via Fani, dove un commando delle Brigate Rosse rapisce il presidente della Democrazia Cristiana, Aldo Moro, e massacra i cinque uomini della sua scorta. È l’episodio più drammatico della storia dell’Italia repubblicana, sono momenti terribili.

Passa perciò in secondo piano quello che accade due giorni dopo, il 18 marzo, a Milano, ossia l’assassinio di due ragazzi, Fausto Tinelli e Lorenzo “Iaio” Iannucci, uccisi a colpi di pistola vicino al centro sociale Leoncavallo. I due ragazzi stavano andando a casa di Tinelli, lì vicino, al numero 9 di via Monte Nevoso. Nessuno sa che dall’altra parte di via Monte Nevoso, a sette metri di distanza dalla camera di Fausto, al civico 8, c’è un covo delle Brigate Rosse. Forse, però, sarebbe meglio dire quasi nessuno.

Uno scenario drammatico e oscuro, in cui si muovono i protagonisti di questo noir serrato, spietato, a tratti travolgente. Il colonnello dei carabinieri Antonio Ruiu è un sardo silenzioso, efficiente e cattivo, caratteristiche che lo hanno fatto diventare persona di fiducia del ministro dell’Interno Cossiga. Cinzia è la protetta di un potente faccendiere, un maniaco del controllo che ha costruito la sua carriera spiando dalla serratura. E per ottenere informazioni riservate non c’è niente di meglio di una donna bellissima, sensuale e senza scrupoli.

Carlo Peres, invece, le informazioni le cerca perché fa il giornalista a Milano, e si trova coinvolto nell’inchiesta sull’omicidio di Fausto e Iaio. E Peres è un bastardo vero, uno che le verità di comodo le sente puzzare da molto lontano. Ma questo, in quegli anni, non è detto che sia un vantaggio. Eccoli, gli «strani eroi» protagonisti di questo romanzo, tre personaggi pieni di passione e desiderio, di contraddizioni e paure, i cui destini finiranno per intrecciarsi nel grande, tragico imbroglio che è l’Italia degli anni Settanta, dove niente è mai quello che sembra.

Il prossimo appuntamento con “Ottobre in Giallo” è previsto per sabato 26 ottobre, quando verrà presentato “Fine precoce del giovane D.S.” di Giuseppe Curonici.

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127