Laveno Mombello | 25 Agosto 2019

Laveno, Villa Frascoli Fumagalli accoglie l’arte e le opere di Gigi Pedroli

Folto pubblico quello che ha partecipato all'inaugurazione: particolarità ed aneddoti hanno permesso di conoscere più a fondo l'artista. Mostra visitabile fino al 15

Tempo medio di lettura: 2 minuti

Villa Frascoli Fumagalli affollata, vociante, variopinta. Le opere di Gigi Pedroli e i visitatori si mescolano e si osservano: spiccano un imponente gallo in bronzo e alcune matrone dall’aria milanese.

È stata infatti inaugurata ieri la mostra personale di Gigi Pedroli, incisore, scultore e pittore milanese, ricca di oltre trenta opere tra affreschi, bronzi, tele e acquaforti. Opere non per tutti, che inquadrano figure umane intente al gioco, volanti o riflessive, rappresentate in un modo che a molti ha ricordato Guernica di Picasso. Inoltre, raffigurazioni di luoghi cari all’artista, bronzi onirici e vasi decorati.

La mostra è stata introdotta da un vivace dialogo tra Gigi Pedroli e l’amico sceneggiatore circa un’ipotesi curiosissima: la dama con l’ermellino fu dipinta a Milano, più precisamente sul Naviglio grande, proprio a casa di Pedroli. A corroborare l’ipotesi, la particolare luce riflessa dell’opera e la possibilità che l’autore, Leonardo Da Vinci, possa aver frequentato la casa sul naviglio ai tempi di Ludovico il Moro, quando era un casino di caccia e il rifugio dei due amanti. Un’ipotesi affascinante che ha portato il pubblico ad ammirare l’opera in cui viene appunto ripreso e reinterpretato lo spunto leonardesco.

L’evento ha raccolto in centro a Laveno un pubblico insolito; assieme agli affezionati che sempre presenziano alle inaugurazioni artistiche del paese, erano presenti parecchi estimatori dell’artista, che oltre ad ammirarne le opere hanno potuto apprezzare Villa Frascoli Fumagalli. Una Villa che come ha ricordato l’assessore alla Cultura, la professoressa Nadia Marchetti, è stata progettata dal Portaluppi e si presenta come una miniatura di Villa Necchi Campiglio. Simili infatti il disegno delle finestre e il motivo a losanghe delle porte interne.

L’inaugurazione si è conclusa con un aperitivo conviviale che ha permesso al pubblico di ammirare con calma ogni opera e godere del giardino della Villa.

La mostra, organizzata da Elena Ottina, responsabile biblioteca e ufficio iconografico presso il servizio raccolte artistiche del Castello Sforzesco di Milano, col sostegno dell’associazione Amici del MIDeC e col patrocinio del Comune di Laveno Mombello, sarà visitabile fino al 15 settembre il venerdì dalle 16 alle 19, il sabato dalle 16.30 alle 21.30 e la domenica dalle 11 alle 13 e dalle 16 alle 19. Sede della mostra è villa Frascoli Fumagalli, in via Labiena 89 a Laveno Mombello.

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127