Gavirate | 19 Luglio 2019

Torna l’EOLO Campo dei Fiori Trail, all’insegna dell’ecosostenibilità

Il 21 settembre la provincia di Varese diventa teatro di sfida per il Campionato Italiano di Trail Running, attesi 1.500 partecipanti, con atleti da tutta Europa

Tempo medio di lettura: 3 minuti

Sabato 21 settembre si correrà in mezzo al verde delle Prealpi varesine con la quarta edizione dell’EOLO Campo dei Fiori Trail per il Campionato Italiano Trail C.S.A.In. (Centri Sportivi Aziendali e Industriali, Ente di promozione sportiva riconosciuto dal Coni) e prova del Circuito Prealpi Trail Varesine.

Si tratterà dell’evento podistico per eccellenza del 2019 nella provincia di Varese assegnando di fatto, i titoli Italiani di specialità Trail Running corto e lungo. Con un tracciato che attraversa oltre 21 comuni e con la capacità di coinvolgere più di 1.500 atleti provenienti da tutta Europa, questo evento si colloca tra i principali motori di promozione del territorio e del turismo locale.

Un luogo ricco di percorsi come quello delle Prealpi varesine è lo scenario ideale per gli sport outdoor che trovano in questa manifestazione, la loro massima espressione. Con i suoi 120 chilometri di tracciati analizzati e testati dagli atleti di ASD 100% Anima Trail, il Campo dei Fiori Trail porta l’attenzione alle potenzialità che le nostre montagne offrono a tutti coloro che amano stare a contatto con la natura, sia per allenamenti intensi come quelli degli Ultra Trailer, che per le famiglie che desiderano trascorrere il tempo libero tra le bellezze dei nostri boschi e dei nostri laghi.

L’Associazione Campo dei Fiori Outdoor, organizzatrice dell’evento, crede fortemente nella promozione del turismo locale e degli sport outdoor e grazie al patrocinio dei 21 comuni, dell’Ente Parco Naturale Regionale Campo dei Fiori, della Provincia di Varese, della Camera di Commercio di Varese, di Regione Lombardia e al supporto economico delle aziende varesine che condividono la visione dell’Associazione (Eolo, Vibram, Groupama, Kratos, Elmec, Tigros, Marelli & Pozzi, Birrificio Poretti e Tutori Revenge) ambisce a fare di questa manifestazione, già indicata tra i  migliori Trail italiani, un riferimento internazionale.

Il 21 settembre ci saranno cinque gare agonistiche di specialità Trail Running, un Mini Trail per ragazzi e due attività ludico motorie non competitive. La corsa più tosta, la KRATOS 90K, partirà da Gavirate e arriverà fino al Monte Nudo in Valcuvia, attraverso un percorso ad anello di 90 km e 6000 m di dislivello positivo. La gara assegnerà il titolo di Campione Italiano di specialità Trail Running C.S.A.In. distanza lunga.

La seconda gara competitiva di ‘lunga’ distanza è la ELMEC 70K (percorso di 70 km e 4200 m di dislivello positivo), seguono la VIBRAM 45K di ‘media’ distanza (percorso di 45 km e 2200 m di dislivello positivo), la gara ‘corta’ detta GROUPAMA 25k (percorso di 25 km e 1200 m di dislivello positivo) che assegnerà il Titolo di Campione Italiano di specialità Trail Running C.S.A.In. distanza corta e in ultimo, la gara ‘veloce’, la Morselli 11K (percorso di 11 km e 400 m di dislivello positivo).

Sono inoltre previste altre due attività ludico motorie non competitive: la Morselli 11K (percorso di 11 km e 400 m di dislivello positivo) in versione non competitiva aperta agli adulti che vogliono avvicinarsi a questa disciplina sportiva e il MINI Trail per i ragazzi dai 6 ai 14 anni (iscrizione gratuita) realizzato con la partecipazione del CAI sez. Gavirate, della Scuola Primaria di Oltrona al Lago, della Scuola Media di Gavirate e delle istruttrici dell’ASD Atletica Gavirate.

La 4^ edizione del Campo dei Fiori Trail inoltre sarà all’insegna dell’ecosostenibilità. Ogni atleta porterà agganciata allo zaino la propria eco-tazza con cui bere durante la gara, elemento essenziale del kit obbligatorio. Per regolamento, dovrà scrivere il proprio numero di pettorale su ogni confezione alimentare, ciò ridurrà il più possibile l’abbandono dei rifiuti. Le tazze ad uso comune disposte sui tavoli dei vari ristori saranno in ceramica e l’acqua distribuita sarà quella potabile dei rubinetti pubblici. Questa scelta semplice da parte dell’organizzazione eviterà lo spreco di circa 7 mila bicchieri e 2 mila bottiglie in plastica. Anche le 4 mila fettucce segnavia per la prima volta saranno in stoffa, invece che plastica e verranno riciclate per le edizioni future.

La pulizia dei 120 chilometri di tracciati che dovranno accogliere il passaggio degli atleti, è un’operazione monumentale affidata, fin dalla prima edizione, ai volontari della ASD 100% Anima Trail. Quest’anno Vibram ha scelto di sostenerli con il Green Team Vibram: un gruppo di dipendenti dell’azienda di Albizzate, che da giugno sta lavorando insieme a loro per la predisposizione di tutti i percorsi di gara. Il Team di Vibram sarà coinvolto anche per la gestione del ristoro di Brinzio, da cui passeranno gli Ultra Trailer della Vibram 45K e della Elmec 70K. Un impegno che dimostra l’interesse profondo che l’azienda ha nella manifestazione e nel territorio varesino.

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127