Maccagno con Pino e Veddasca | 30 Giugno 2019

Maccagno con Pino e Veddasca, “Il Governo ci taglia le gambe, drastico calo dei fondi”

A lanciare l'allarme è il sindaco Fabio Passera: "I fondi per la fusione dei comuni fondamentale". Sit in a Montecitorio il prossimo 11 luglio da parte dei sindaci.

Tempo medio di lettura: 2 minuti

“Con una scelta davvero incomprensibile, il Governo ha deciso di tagliare le gambe a tutti quei Comuni che in questi anni hanno deciso di fondersi per favorire lo snellimento della macchina amministrativa e quindi di una seria semplificazione dei servizi offerti ai cittadini”.

Con queste parole il sindaco di Maccagno con Pino e Veddasca, Fabio Passera, critica duramente la decisione da parte del Governo di diminuire i fondi destinati al paese lacustre: se nel 2018, infatti, a Maccagno erano arrivati 408mila euro da fondi per la fusione, con il riparto delle risorse per il 2019 vedrebbe arrivare sul lago 307mila euro circa.

“A dirlo – continua Fabio Passera – sono i dati pubblicati giovedì mattina relativi al 2019, che mettono in evidenza il taglio delle risorse per tutti gli enti locali che dal 2013 hanno deciso di fondersi. Una sforbiciata che per il nostro Comune significherebbe una decurtazione di oltre 100 mila euro, parliamo del il 25% circa”.

Il problema, infatti, riguarda la torta da suddividere tra i comuni: rimasti invariati e con l’aumento in tutta Italia delle fusioni, questa decisione comporterebbe ovviamente una decurtazione economica ai paesi dove la fusione è già stata avviata, per distribuirli anche alle nuove entità istituzionali.

Proprio per questa ragione, il prossimo 11 luglio, è in programma un sit-in davanti a Montecitorio a Roma, dove molti sindaci dei comuni andati a fusione esprimeranno il proprio dissenso per questa decisione. Alla Camera dei Deputati era stata l’onorevole Pd Maria Chiara Gadda a presentare un emendamento sul tema, che è stato successivamente bocciato, per rivedere la quantità di fondi da stanziare.

“Credo sia inaccettabile – conclude Passera -: lo Stato centrale da anni è incapace di una seria riforma strutturale della Pubblica Amministrazione, ma oggi è abilissimo a cercare di mettere in difficoltà coloro che, con coraggio, intraprendono strade nuove. È una decisione devastante, lo trovo vergognoso. Spero si trovino altre vie per rispondere alle nostre richieste”.

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127