Luino | 19 Giugno 2019

Laveno Mombello, più sicurezza e controlli sul lago grazie alla Guardia Costiera

Firmato ieri pomeriggio l'accordo per proseguire il lavoro che garantisce la presenza della Guardia Costiera nel lago. Nell'estate 2018 quasi quattrocento missioni

Tempo medio di lettura: 2 minuti

Nella giornata di ieri a Laveno Mombello, in occasione dell’avvio delle attività operative del 2° Nucleo Mezzi Navali della Guardia Costiera sul bacino lacustre, ha fatto visita al territorio il direttore marittimo della Liguria, l’ammiraglio ispettore Nicola Carlone, che ha incontrato alcuni sindaci dei comuni che si affacciano sul lago e tutti gli organi istituzionali delle gestioni associate del Demanio e dell’Autorità di Bacino lacuale per sottoscrivere gli accordi per la cooperazione e presenza della Guardia Costiera sul Lago Maggiore. La convenzione siglata, che prosegue ormai dall’agosto 2008, porterà nelle acque del lago maggiori controlli e più sicurezza.

“L’autorità di bacino con tutti i comuni che la compongono ha sempre avuto a cuore la sicurezza sul lago – commenta l’avvocato Federico Caldesio, presidente dell’ente -, e quest’oggi confermiamo la convenzione che ha portato risultati notevoli ed ogni anno ci permette di lavorare al meglio”.

Su questo lago facciamo una grande attività di controllo – spiega anche l’ammiraglio Nicola Carlone -, quest’anno abbiamo iniziato prima e finiremo più tardi. Abbiamo iniziato il primo giugno con un lavoro quotidiano che ci permetterà di sorvegliare le acque. Lo scorso anno, nel 2018, dal primo luglio al 16 settembre abbiamo fatto 388 missioni, percorso 2780 miglia (5mila km, ndr), con ben 448 ore di attività dai nostri mezzi e dal nostro personale. Abbiamo soccorso e assistito 79 persone e tredici imbarcazioni. Oltre a questo abbiamo fatto diciassette operazioni di soccorso insieme agli altri corpi presenti sul lago, con 191 controlli“.

“Nell’attività di prevenzione per quanto riguarda il controllo per la navigabilità di bordo, inoltre – continua l’ammiraglio -, abbiamo rilasciato cento bollini blu e abbiamo contestato sedici illeciti amministrativi. Per quest’anno sono stati confermati i due mezzi presenti sul lago che si aggiungono a quelli delle altre forze di polizia, in sinergia con il Prefetto di Verbania che ci guida in questo progetto. Grande è la collaborazione e cooperazione con i vigili del fuoco, i Carabinieri, la Polizia di Stato e la Croce Rossa che ci danno un grosso contributo per la nostra attività di controllo”.

Soddisfatto anche il sindaco di Laveno Mombello Ercole Ielmini: “Sono stato il primo che ha sottoscritto l’accordo perché ero il presidente dell’autorità, che ai tempi si chiamava consorzio. Mi ricordo che l’accordo ancora non era dettagliato, ma piano piano le cose hanno funzionato e hanno preso piede: si tratta di una collaborazione fondamentale per tutto il territorio. Ci auguriamo che nel corso degli anni questa cooperazione si mantenga perché per noi è vitale. Aver sul lago chi ci dà una mano per affrontare, risolvere e prevenire tanti problemi è un bell’aiuto per tutti noi sindaci”. La giornata si è conclusa a Lesa dove, in comune, è stato fatto un altro incontro per presentare il progetto, fondamentale soprattutto nel corso delle estati, quando sul territorio si riversano sul lago numerosi appassionati e tanti turisti che navigano le acque.

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127