Luino | 9 Giugno 2019

Luino, grande successo per la nona biciclettata “Guido Petter”: tanti i ragazzi protagonisti

Ben quarantatré gli alunni che hanno partecipato all'iniziativa organizzata negli scorsi giorni dall'Istituto Comprensivo "Bernarino Luini"

Tempo medio di lettura: 2 minuti

Giovedì 6 giugno si è svolta la nona biciclettata “Guido Petter” organizzata dall’Istituto comprensivo “B. Luini” di Luino. A differenza dell’anno scorso che era stata rinviata per pioggia (ma recuperata a settembre), quest’anno si è svolta regolarmente, anche se, al ritorno, a pochi chilometri dalla scuola, il gruppo è stato colpito da un forte e breve temporale. Forte pioggia subita, ma gradita dai partecipanti.

È da anni che l’Istituto comprensivo organizza, per le classi prime della scuola media, una biciclettata di fine anno. È dal 2011 che però, la scuola media di Luino dedica la biciclettata al già professor universitario Guido Petter di Colmegna, ex alunno della scuola, giovanissimo partigiano durante la Resistenza, autore di saggi per docenti e genitori, scrittore di romanzi per ragazzi, alcuni ambientati a Luino.

Il professor Petter insegnava Pedagogia all’Università di Padova e nel paese lacustre era molto impegnato nella vita culturale, sociale e politica. A Padova, per lavoro o per altro, Guido Petter si spostava sempre in bicicletta e nell’anno della sua morte, avvenuta il 24 maggio 2011, la città patavina ha organizzato per il 2 giugno dello stesso anno, in suo riconoscimento, una “biciclettata Petter”.

La scuola media di Luino ha deciso allora di seguire l’esempio della città di Padova e dedicare allo studioso di Colmegna la sua biciclettata di fine anno: una piacevole attività scolastica che unisce al piacere di pedalare in un bell’ambiente alla cultura. Alla cultura perché nell’occasione si comunicano delle importanti informazioni sul territorio.

La biciclettata è partita dalla scuola “B. Luini”, ha costeggiato, lungo la pista ciclabile, prima la Molinera di Voldomino, poi la Tresa e la Margorabbia e si è conclusa alle cascate di Ferrera. Dopo una breve sosta si è fatto rientro a scuola. Nel corso di brevi tappe agli alunni sono state segnalate sia la presenza della peculiare flora e fauna dell’ambiente attraversato sia presenza antropica e cioè l’esistenza di fornaci, fabbriche e opifici a Voldomino, Germignaga, Mesenzana e a Ferrera. Opifici che nel ‘800 e ‘900 davano lavoro a centinaia di famiglie .

In località Cucco è stato ricordato agli alunni che lì vi era una stazione tramviaria sulla linea che collegava Luino a Varese. Linea e stazione ricordate in tanti scritti da Piero Chiara.

Infine, nello spirito del partigiano Guido Petter, agli alunni sono stati mostrati e indicati anche alcuni luoghi storici della Resistenza Luinese e cioè la Valle della morte ove, nel 1943-1945 avveniva il passaggio clandestino degli Ebrei ed ex prigionieri alleati, la Gera di Voldomino ed il monumento commemorativo al Cucco che ricorda l’epica battaglia partigiana del San Martino in Valcuvia del novembre 1943.

Quest’anno hanno partecipato alla biciclettata ben quarantatré alunni. Ecco i nomi.

Classe prima A: Manuel Arnese, Andrea Peloggi, Vito e Giulia Piscopo, Gioele Pistillo, Sara Sacco.
Classe prima B: Edoardo Bogni, Simone Buccinnà, Beatrice Cerinotti, Chiara D’Agostino, Anastasija, Alessandro Federico, Leonardo Ferraioli, Marco Gualtieri, Irene Iemma, Alif Khan, Matilda Maesti, Jacobo Michea, Diego Miraglia, Asia Montesanti, Elisa Orrù, Giulia Pittella, Kevin Villani, Veronica Zuretti.
Classe prima C: Aristotele Dal Pozzo, Jacobo Fiandaca, Sofia Papparelli.
Classe prima D: Lorenzo Dellea, Nicholas Ferro, Dario Haring, Riccardo Michetti, Alessio Mottarelli, Alessandro Zilioli;
Classe prima E: Andrea Bigi, Laura Catalano, Federico Fasoli, Diana Moroni, Mirko Silvestri, Abubakar Tosi, Yari Vismara, Kevin Ungaro.

Ad accompagnare i ragazzi, invece, c’erano quest’anno i professori Marialaura Di Lucia, Marina Fiengo, Vincenzo Masciovecchio, Federico Parini e Giovanni Petrotta.

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127