Maccagno con Pino e Veddasca | 13 Maggio 2019

Si infrange il sogno promozione della France Sport, la Jeraghese espugna Maccagno

In una gara condizionata dal vento i due gol nel primo tempo dei ragazzi di mister Muraro spezzano le gambe a Menotti e compagni. Nell'altro playoff passa Caronno

Tempo medio di lettura: 3 minuti

Davanti ad un pubblico delle grandi occasioni, centinaia i presenti tra cui tanti giovani, la France Sport è uscita sconfitta dal primo turno dei playoff per mano della Jeraghese, che si è imposta 2-0, centrando in pieno l’obiettivo della finale, nonostante i ragazzi di Franceschetti avrebbero anche potuto pareggiare per proseguire il cammino verso la promozione in Seconda Categoria.

Il vero protagonista del match, però, è il vento, e lo si vede già nei primi minuti di gioco con i padroni di casa a favore di raffiche e gli ospiti che faticano a costruire azioni. La prima vera occasione da gol è sui piedi di Touray, al quarto minuto: dopo un bel filtrante di Raiser, l’attaccante tira malamente a lato. La France Sport sembra averne di più ed ha il pallino di gioco, anche se non impegna pericolosamente Fantinato. All’11esimo, però la Jereghese passa in vantaggio nella prima palla gol della partita: punizione da sinistra, cross al centro, è bravo Maraggia a stoppare la palla, sfruttare una distrazione difensiva, girarsi ed insaccare di sinistro alle spalle di Palumbo, per il gol che vale l’1-0.

I ragazzi di Franceschetti non ci sta stanno e sul ribaltamento di fronte si rendono pericolosi con un colpo di testa di Raiser, bloccato in due tempi da Fantinato; la pressione dei padroni di casa non cala, ma a mancare sono la precisione sotto porta e la determinazione nell’ultimo passaggio. Protagonisti non solo Raiser e Touray, con una punizione respinta il primo e qualche tiro impreciso il secondo, ma anche Spozio e Rebecchi. Il risultato non cambia, anzi nel recupero, al 48esimo, arriva la rete del 2-0 con Boaretto, bravo ad avventarsi sulla palla per primo che, complice il forte vento, sbatte prima contro il palo interno. Si va così al riposo con un risultato che premia gli ospiti, cinici nel sfruttare le due uniche occasioni da gol avute nel primo tempo.

Al rientro dagli spogliatoi capitan Menotti e compagni vogliono ribaltare la situazione e provare a rimontare la partita. È ancora Touray, intorno al 55esimo, ad avere tra i piedi l’occasione per dimezzare lo svantaggio: dopo un dribbling lascia partire un tiro che supera Fantinato, con la palla che viene messa in angolo con un salvataggio sulla linea di porta. I ragazzi di Franceschetti continuano il loro monologo, e intorno al 60esimo è Sommaruga questa volta a calciare malamente dopo un bello scambio con Touray. La France Sport sale di ritmo, produce gioco, ma non riesce ad andare al tiro facilmente, con la retroguardia della Jeraghese brava a respingere gli attacchi maccagnesi.

Al 64esimo, però, le vere palle gol per il tris ce l’hanno proprio gli ospiti: un’azione rocambolesca, con la difesa maccagnese in affanno, vede cogliere Maraggia e Boaretto ben due traverse, nella manciata di pochi secondi. La partita si innervosisce, l’arbitro se ne rende conto e comincia ad ammonire qualche giocatore (in totale sette i giocatori sanzionati). Diverse anche le soluzioni effettuate da entrambi i lati, ma la situazione rimane la stessa. Bella la rovesciata di Sanneh verso Fantinato, al 70esimo circa, ma il giovane maccagnese non riesce a dare forza al pallone. La partita si chiude così senza particolari sussulti, con Menotti e compagni che provano ad andare in gol, senza riuscirci, e i giocatori della Jeraghese che spazzano via fino al triplice fischio, quando scoppia la gioia e vanno a festeggiare insieme ai loro supporters.

“Siamo molto dispiaciuti – commenta a fine gara mister Franceschetti -. La partita è finita nel primo tempo, al rientro in campo dagli spogliatoi abbiamo fatto tanta fatica. Nonostante la nostra qualità, quest’anno abbiamo perso tutte le partite determinanti. Abbiamo dilapidato troppi punti dopo la sconfitta contro il Coarezza, soprattutto negli scontri diretti. I ragazzi sono bravi, sono fiero di loro, ma non abbiamo esperienza e anche ieri non siamo riusciti a fare il salto di qualità, non siamo mai stati in grado di ribaltare il risultato. Giusto così, non avremmo meritato. Ora è inutile recriminare, ci riproveremo l’anno prossimo”.

Di tutt’altro giudizio il mister della Jeraghese, Massimiliano Murano: “Sono felice che i giocatori siano riusciti a mettere in atto quello che abbiamo studiato in allenamento, giocando corti per bloccare Touray, il più temibile dei loro. A gennaio qui a Maccagno avevamo perso 4-0, ieri abbiamo chiuso il cerchio: il destino ci ha dato la possibilità di dimostrare a tifosi e società che meritavamo il primo posto, ora andiamo a giocarcela in casa. Ci davano per spacciati, dicendo che sarebbe stato difficile contro la France Sport. Ora la testa va alla finale, non è ancora finita. È il primo anno che sono qua, per me è una bella soddisfazione: tatticamente i ragazzi mi hanno seguito per tutta la partita, li ringrazio perché sono stati favolosi. Un pensiero anche all’arbitro, è stato perfetto”.

France Sport: Palumbo, Rebecchi (93′ Mangano), Sciangula, Rucci (61′ Sanneh), Menotti, Spozio, Piazza (57′ Follis), Morandi, Raiser (77′ Vitacca), Sommaruga (88′ Berbeglia), Touray. A disposizione: Bona, Benzoni. All. Marco Franceschetti.

Jeraghese: Fantinato, Costa, Azzolin M., Landone, Casile (27′ Azzolin E.), Trotti (88′ Simonetto), Bertoldo, Cortese (77′ Pavan), Boaretto, Labanca (71′ Crespi), Maraggia. A disposizione: Rizzi, Osculati, Dianin, D’Imperio, Mara. All. Murano.

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127