Germignaga | 4 Aprile 2019

Germignaga, Marco Marcuzzi presenta il suo giallo “Inferno a Sasso Galletto”

Da qualcuno è stato già ribattezzato “Il Montalbano dei laghi”, se ne ipotizza una fiction TV. Appuntamento sabato 6 aprile alle 18 presso la Colonia elioterapica

Tempo medio di lettura: 2 minuti

(fonte Eco del VaresottoMarco Marcuzzi torna con il secondo caso per il commissario Florio: esce in libreria il nuovo romanzo dello scrittore-pianista. Il libro sarà presentato sabato 6 aprile, alle ore 18, alla Colonia Elioterapica di Germignaga. Da qualcuno già ribattezzato “Il Montalbano dei laghi”, se ne ipotizza una fiction TV.

“Inferno a Sasso Galletto” è un caso decisamente bizzarro. Nella omonima località lacustre infatti, famosa per il suo grande masso verticale che emerge dalle acque del Lago Maggiore, un uomo viene ritrovato morto in circostante del tutto inspiegabili.

“Il giallo ha sempre uno schema di base – spiega Marcuzzi – definito dal crimine, dalle indagini e dalla risoluzione del caso. Io, che amo molto il genere noir dove non sussiste uno schema fisso e gli aspetti psicologici dei personaggi sono il fulcro della narrazione, ho aggiunto all’iter prettamente poliziesco uno sfondo noir, con i retroscena esistenziali dei personaggi, molti dei quali si rivelano in tutta la loro miseria umana anche quando non sono i colpevoli. Il commissario Florio, che non è poliziotto per vocazione, si difende dallo squallore quotidiano con cui deve avere a che fare rifugiandosi nel suo mondo interiore costituito dalla sua casa ad Ardena, le sue gatte, la sua Citroën DS Pallas del ’72 e il caffè fatto esclusivamente con la Moka, quest’ultima rispondente a una filosofia di vita”.

Non si tratta dunque di un giallo all’americana, fatto di sparatorie, di inseguimenti rocamboleschi e di super eroi. Seppur con un’avvincente tensione narrativa, il tutto si svolge in quella pacifica follia che aleggia tra le meravigliose valli del Lago Maggiore, talvolta quiete solo all’apparenza. Dopo il successo di “Squillo di morte a Maccagno”, Florio e il suo ispettore Sciavino stanno diventando popolari, tanto che le storie avrebbero iniziato a suscitare l’interesse per farne una produzione di fiction televisiva.

“Sarebbe magnifico – ammette Marcuzzi – anche se so che la cosa più difficile da tradurre in chiave cinematografica è la particolarità della gente di lago che, a differenza dell’ambiente romano, napoletano o toscano, non gode o se volete non è afflitta da cliché di maniera che ne facilitino i risvolti narrativi. Ecco perché la sceneggiatura, la regia, la fotografia … dovranno essere affidate ad artisti varesini, che bene conoscono il linguaggio tout court delle nostre zone. Alle musiche provvederò io, naturalmente”.

Marco Marcuzzi, pianista e compositore per il cinema e il teatro, sarà intervistato dalla scrittrice Sibilla Clerici: appuntamento quindi alla Colonia Elioterapica di Germignaga sabato 6 aprile, alle ore 18, con ingresso libero. Non mancherà buona musica: Marcuzzi si racconterà con interventi al pianoforte

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127