Luino | 2 Aprile 2019

A Luino percorso integrato per la Trombosi venosa profonda

Il professor Francesco Dentali: "Un percorso più lineare e rapido per i pazienti, grazie ad una più stretta collaborazione con i Medici di Medicina Generale"

Tempo medio di lettura: 2 minuti

Tra pochi giorni a Luino sarà operativo un percorso diagnostico integrato fra ospedale e territorio dedicato alla Trombosi Venosa Profonda. L’obiettivo è quello di rendere più facile e veloce la diagnosi nei casi sospetti di quella che rappresenta la terza malattia cardiovascolare per frequenza e che ha un importante impatto clinico, visto che si può complicare come embolia polmonare.

In pratica, l’accesso all’ambulatorio, che fa capo alla Medicina generale diretta dal prof. Francesco Dentali, e quindi alla diagnostica Ecodoppler e alla consulenza Internistica, avverrà tramite una prenotazione diretta da parte dei Medici di Medicina Generale che, dopo aver valutato il paziente, potranno prendere contatto con l’Ospedale. Ogni giorno dal lunedì al venerdì sarà messo a disposizione un posto per l’ecografia venosa agli arti inferiori e la relativa visita.

“In questo modo, – spiega il prof. Francesco Dentali – oltre a ridurre il sovraccarico del Pronto Soccorso di Luino, si offre ai pazienti per i quali si sospetta una trombosi venosa profonda un percorso più lineare e rapido, grazie ad una più stretta collaborazione con i Medici di Medicina Generale”.

In altre parole, la sinergia Ospedale – Territorio si conferma come la soluzione vincente non solo per far fronte alle difficoltà, ma anche per offrire un servizio ancora più vicino al paziente. Sinergia che deve andare di pari passo con una razionalizzazione delle risorse disponibili.

A questo proposito, il prof. Dentali spiega che nell’ultimo anno e mezzo, grazie proprio ad una attenta riorganizzazione e all’impegno di tutti i suoi collaboratori, l’attività ambulatoriale facente capo alla Medicina Generale è stata progressivamente incrementata.

Nel 2018 sono state effettuate circa 11.500 prestazioni ambulatoriali, con un aumento di quasi il 30% rispetto al 2017 – argomenta Dentali -. In particolare, alla Medicina Generale di Luino fanno capo gli ambulatori di Medicina Interna, di Cardiologia, di Pneumologia, di Diabetologia, di Reumatologia e di Ecografia Vascolare, oltre all’intensa attività di Day hospital e Macroattività Ambulatoriale Complessa (MAC) dove vengono eseguite emotrasfusioni, somministrazioni di terapie endovenose, cardioversioni elettriche e procedure diagnostiche microinvasive come paracentesi, toracentesi e biopsie osteomidollari”.

In particolare, sono stati implementati gli ambulatori di Medicina Interna, per un adeguato follow up dei pazienti dimessi, e di ecografia vascolare, per venire incontro alle esigenze della popolazione. E’ stato creato un ambulatorio dedicato allo scompenso cardiaco cronico e uno alla prevenzione cardiovascolare, dove viene effettuato anche il monitoraggio pressorio delle 24 ore.

L’ambulatorio di Pneumologia si è arricchito di uno spazio dedicato allo screening delle apnee notturne ed è stato creato un ambulatorio infermieristico in ambito diabetologico che si occupa dell’aspetto nutrizionale e dello screening del piede diabetico.

Recentemente, inoltre, sono state previste nuove prestazioni ambulatoriali cardiologiche, pneumologiche e diabetologiche per il progetto regionale sulla gestione della cronicità.

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127