Luino | 31 Marzo 2019

Il comitato pro Ospedale di Luino torna in piazza: “Tutela sempre prioritaria”

I membri della realtà a tutela del nosocomio luinese si troveranno con un gazebo informativo a partire dalle ore 14 nei pressi di Palazzo Verbania

Tempo medio di lettura: 2 minuti

Il comitato pro ospedale di Luino torna in piazza e lo fa oggi, domenica 31 marzo, a partire dalle ore 14, quando sarà presente davanti al Palazzo Verbania con un gazebo informativo volto a confrontarsi con i cittadini, dopo una lunga pausa dall’attività sul territorio.

L’obiettivo del comitato, già dimostrato negli scorsi anni con la raccolta di migliaia e migliaia di firme, consegnate presso la sede di Regione Lombardia, è quello di continuare a tutelare il nosocomio lacustre, partendo proprio dalla comunità, ascoltandola e provando a sintetizzare i bisogni di tutti gli utenti e quello che potrebbe migliorare.

L’iniziativa arriva dopo le polemiche delle scorse settimane, innescate dall’interrogazione presentata in consiglio comunale da parte dei consiglieri Pd (Enrica Nogara e Giovanni Petrotta) alla quale avevano fatto seguito una serie di altri interventi, dal sindaco di Luino, Andrea Pellicini, che aveva chiesto al Direttore Generale, Gianni Bonelli, di intervenire in assemblea cittadina per spiegare la situazione della sanità dell’Alto Varesotto, a quelle del vicesindaco Alessandro Casali, che ha apprezzato il lavoro della nuova direzione, senza nascondere i problemi presenti e sui quali si sta lavorando per risolverli, quelle del DG Bonelli e quelle del direttore dell’ATS Insubria, Lucas Maria Gutierrez.

Anche i pentastellati luinesi erano entrati nella bagarre chiedendo “più dottori e meno politica”, senza dimenticare i successivi batti e ribatti tra gli esponenti locali del Pd e il vicesindaco leghista Casali, che si sono indirizzati maggiormente su interventi riguardanti la gestione della sanità in Lombardia.

Da parte dell’ASST dei Sette Laghi, invece, la volontà è quella di intervenire per migliorare il servizio sanitario sul territorio dell’Ospedale di Luino, come il ripristino del tetto (previsto per il 2020) e la riapertura dell’elisuperficie sita presso la piana di Voldomino, che risulta essere chiusa da alcuni anni. Insomma le criticità ci sono, come segnalato ad esempio dai dializzati e come si evince dalla situazione del punto prelievi.

Allo stesso tempo, però, pare ci sia la volontà da parte dell’azienda di intervenire, nonostante i disagi derivino anche da una causa sovra territoriale: la carenza di personale.

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127