Luino | 10 Marzo 2019

Nasce “Cosa vedere a Luino”: un sito per turisti e non solo, alla scoperta della città lacustre

Presente anche una sezione dedicata ai paesi limitrofi e un approfondimento sui personaggi famosi nati e cresciuti nell'Alto Verbano

Tempo medio di lettura: 2 minuti

Essendo la principale cittadina dell’Alto Verbano, Luino è da sempre meta di villeggianti milanesi e stranieri. Dagli anni 2000 l’amministrazione comunale ha iniziato a finanziare progetti di ammodernamento e restaurazione per incrementare l’appetibilità turistica, oltre ad organizzare eventi culturali e sportivi.

Tuttavia facendo una ricerca su Internet si riscontrano solo poche informazioni sulla cittadina, in termini di edifici, monumenti e vie storiche. Per luoghi d’interesse più noti come Palazzo Verbania e la stazione internazionale, le nozioni riguardano qualche riga sulla loro storia (piuttosto limitativa), ma entrando maggiormente nel dettaglio per posti altrettanto interessanti e gradevoli si incontrano non poche difficoltà. È il caso della località Carnella, della rinnovata piazza Libertà e di altri siti assolutamente da vedere che, con la mancanza di promozione, perdono tutta la loro importanza e il loro fascino.

Giunti ormai al 2019, dopo quasi un ventennio, non è questo il miglior biglietto da visita per una cittadina turistica come Luino. Sponsorizzare il proprio territorio su internet dovrebbe essere fatto scontato, per non incappare nella trasmissione di un messaggio indubbiamente negativo, di chiusura.

Appurata la situazione attuale, è da qualche giorno online il sito Cosa vedere a Luino che, come suggerisce esplicitamente il nome, punta a promuovere e valorizzare Luino, per far conoscere cosa può offrire a qualsiasi visitatore. Un sito plasmato su un modello già utilizzato per le grandi città (vedi Roma, Firenze, Venezia), dove la gente, prima di recarsi sul posto o quando è già in loco, cerca su Internet informazioni storiche, artistiche e qualche aneddoto curioso. Da oggi lo stesso potrà fare un turista in visita nell’Alto Verbano. 

Il sito è principalmente indirizzato a coloro che desiderano avere qualche informazione in più su Luino e il suo territorio circostante, nella prospettiva futura di effettuarne una visita. Lo scopo è quello di invogliare il futuro turista a scegliere Luino tra le altre mete lacustri. Tuttavia, allo stesso tempo, il sito è stato pensato anche per coloro che si trovano già in loco e, gironzolando per le vie del borgo antico o ammirando il porto Vecchio, desiderano conoscere di più sulla loro storia e i cambiamenti subiti nel tempo.

Ma Cosa vedere a Luino può essere altresì usufruito dalla gente del posto, che spesso non conosce abbastanza dei luoghi cari che la circondando. Dunque può essere sfruttato dagli abitanti come approfondimento culturale e storico sulla propria cittadina d’appartenenza e, perché no, per scoprire qualche località sconosciuta. 

Il sito è caratterizzato da tre menu principali: “Cosa vedere a Luino” in cui sono indicate tutte le attrazioni storiche, culturali e paesaggistiche della cittadina; “Cosa vedere nei dintorni” in cui viene fatto un breve resoconto generale di alcuni dei paesi limitrofi a Luino altrettanto belli da visitare, per poi focalizzare l’attenzione su un preciso punto d’interesse (come Agra e il percorso panoramico Giro del Sole); “Personalità legate a Luino e dintorni”, invece, descrive la carriera di persone morte o ancora in vita legate al mondo dell’arte, della letteratura, del cinema e della televisione che sono nate a Luino e dintorni. 

Inoltre, per stuzzicare ulteriormente la curiosità dell’utente-possibile turista, all’interno del sito è stata inserita anche una galleria fotografica che permette di dare un’occhiata concreta e reale sull’Alto Verbano, in aggiunta alla spiegazione scritta dei luoghi da scoprire.

Infine, nella sezione Mappe, si trovano due cartine nelle quali, tramite segnaposti di color giallo, sono stati indicati i luoghi da visitare raccontati in “Cosa vedere a Luino” e “Cosa vedere nei dintorni”.

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127