Canton Ticino | 5 Febbraio 2019

Operai sfruttati in Ticino, indagati un 42enne ed una 50enne italiani

La donna è titolare impiegata di un'impresa edile attiva nel Sottoceneri. Imputazioni per sfruttamento, remunerazione e  impiego di una ventina di operai

Tempo medio di lettura: < 1 minuto

In relazione al procedimento per sfruttamento nei confronti di alcuni operai (cfr. il comunicato del 14 dicembre 2017), il Ministero pubblico comunica che le parti coinvolte sono state informate della imminente chiusura dell’istruzione penale.

Il Procuratore pubblico Moreno Capella ha in particolare prospettato la promozione dell’accusa (per le ipotesi di reato di usura per mestiere – articolo 157 cifra 2 del Codice penale – subordinatamente usura – art. 157 CP) nei confronti di un 42enne e di una 50enne, entrambi cittadini italiani, titolare rispettivamente impiegata di un’impresa edile attiva nel Sottoceneri.

Le imputazioni riguardano in particolare lo sfruttamento, la remunerazione e l’impiego di una ventina di operai nel periodo compreso tra la metà del 2015 e la fine del 2017 in diversi cantieri del Sottoceneri. Alle parti coinvolte nel procedimento penale è stato fissato un termine di alcune settimane per presentare eventuali istanze probatorie.

Non saranno rilasciate ulteriori informazioni.

© Riproduzione riservata

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127