Varese | 28 Dicembre 2018

Hockey, i Mastini Varese pronti per l’andata dei quarti di finale di Coppa Italia

Dopo la sconfitta nell’ultima partita di IHL del 2018 per 3-1 contro Caldaro, i gialloneri si preparano a sfidare Bressanone nella gara di andata di domani

Tempo medio di lettura: 3 minuti

I Mastini si preparano ai quarti di finale di Coppa Italia sfidando il Bressanone domani sabato 29 dicembre alle ore 18.30 al Palalbani, nella gara di andata che sarà trasmessa in radiocronaca diretta da Radio Village Network.

La formula prevede un regolamento simile a quello delle coppe europee di calcio, “premiando” le reti realizzate in trasferta. I gialloneri hanno vinto entrambi gli incontri fino ad ora giocati in campionato contro il Bressanone, giocando due ottime partite. Ora però in palio c’è la qualificazione alle semifinali di una manifestazione per la quale la società di Varese non ha mai nascosto il suo grande interesse.

Serviranno determinazione e soprattutto grande concentrazione: i Falcons arrivano a Varese forti di una qualificazione già acquisita con anticipo ai playoff di campionato, e i Mastini dovranno giocare con autorità e decisione, evitando cali di tensione e cercando di ottimizzare un powerplay che ultimamente ha mostrato più di qualche difficoltà.

Si torna in pista al Palalbani di sabato sera, come nei mitici Anni Novanta, e i Mastini vorranno trasmettere le stesse sensazioni al pubblico. L’occasione è ghiotta, la sfida diretta è di sicuro fascino, il Bressanone è una compagine forte e competitiva.

Gli ingredienti ci sono tutti per fare una grande gara, ripartendo da quell’applauso corale che ieri sera, dopo la sconfitta in campionato contro Caldaro, il pubblico giallonero ha voluto tributare alla squadra di Varese, ritardandone addirittura il rientro negli spogliatori.

I Mastini infatti sono usciti sconfitti 3 a 1 nell’ultima partita di IHL dell’anno 2018. Una sconfitta indolore poichè la posizione di classifica era cristallizzata e non influente ai fini della classifica, dato che dalla settimana prossima le carte verranno rimescolate. Troppe le situazioni di superiorità numerica non adeguatamente sfruttate da parte dei Mastini e il Caldaro ha fatto valere la propria caratura.

Nelle fila giallonere assenti Bertin, Cesarini, Teruggia e Odoni, mentre negli ospiti l’assenza più pesante è quella di Felderer per squalifica.

I Mastini si sono impegnati soprattutto a studiare gli avversari, che hanno spinto e insidiato la gabbia dei gialloneri. Menguzzato ha bloccato un paio di conclusioni, prima di Pircher e poi di Gius, poi è il Varese che ha provato una sortita offensiva con Andreoni, ma l’aggiramento della gabbia si è smorzato su un bastone avversario che ha evitato il vantaggio. Privitera in contropiede ha scaldato lo scudo ad Andergassen poco dopo, mentre un powerplay del Caldaro ha impegnato Menguzzato in almeno tre occasioni. Sul finale è stato ben giocato anche il powerplay di casa, ma sono rimaste le reti bianche.

All’inizio del secondo drittel Varese ha un’occasione importante, perchè Sullmann ha steso Perna e offerto la possibilità del powerplay ai gialloneri. Allo scadere dei 2′ di superiorità i Mastini hanno premuto e dopo una serie di conclusioni ravvicinate è stato Vanetti a mandare in rete il vantaggio, spedendo sotto l’incrocio alla sinistra di Andergassen con un tocco ravvicinato dal basso verso l’alto.

Il Caldaro però si è piazzato nel terzo di attacco per qualche minuto, ma l’imprecisione dei Lucci è stata tanta. Emblematiche le conclusioni a botta sicura prima di Tedesco e poi di Pircher, che da meno di 2 metri sono riuscite a mandare a lato. Quando il tiro si è fatto più preciso è stato però un eccellente Menguzzato, in almeno tre situazioni, a negare la rete altoatesina. Il gol del pareggio è arrivato però al minuto 33 con una conclusione di Sullmann. Varese non ha smesso di giocare e ha sfiorato il vantaggio con Andreoni in almeno due occasioni, e successivamente con Perna. Ancora spazio per una conclusione di F. Borghi che ha colpito sulla base del palo, ma nemmeno 90″ di 5 contro 3 hanno consentito ai gialloneri di trovare il vantaggio prima della seconda sirena.

Dopo una saetta di Perna che ha sfiorato l’incrocio dei pali, all’inizio dell’ultimo tempo il giocatore Ross Tedesco ha siglato il vantaggio ospite con una bella azione in solitaria. I Mastini hanno faticato a impostare il powerplay, non hanno trovato molti sbocchi nel terzo offensivo e hanno accusato il colpo, hanno creato un pericolo con Privitera e poi con Franchini, ma Andergassen è stato insuperabile. A 8 minuti dal termine un’altra situazione con l’uomo in più e successivamente altri 2 minuti di powerpay giallonero, ma in questa occasione il 5 contro 4 non è stato affatto il punto di forza, come anche dimostrato prima dell’ultima sirena. Intanto il Caldaro ha trovato la terza marcatura con Tedesco al 58’34”, bravo ad approfittare di una incertezza difensiva.

Ora il campionato IHL staccherà la spina fino al giorno 3 gennaio, quando il Varese inizierà la seconda fase del campionato giocando in casa.

Mastini Varese – Caldaro 1-3 (0:0  1:1  0:2)
22’59” (MV) Vanetti, 33’02” (C) Sullmann (Tedesco, Wieser), 40’56” (C) Tedesco, 58’34” (C) Tedesco (Wieser)

Mastini Varese:
33 Menguzzato (81 Masini), 11 Papalillo, 14 Barban, 37 Belloni, 64 Lo Russo, 22 E. Mazzacane, 25 Cortenova, 26 Grisi, 34 F. Borghi, 4 Perna, 12 Franchini, 16 Vanetti, 17 Andreoni, 21 M. Mazzacane, 27 Sorrenti, 32 P. Borghi, 38 Bettiati, 75 Di Vincenzo, 88 Privitera, 91 Raimondi. Coach: Massimo Da Rin

Caldaro:
1 A. Andergassen (25 Mair), 4 Massar, 17 Volcan, 58 Steiner, 72 M. Soelva, 96 Sullmann Pilser, 6 Tedesco, 9 Tomasini, 10 Max. Soelva, M. Pircher, B. Andergassen, 18 Gamper, 20 Pisetta, 26 Colombo, 55 Wieser, 75 Gius. Coach: Burton Stanley Moore

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127