Montegrino Valtravaglia | 9 novembre 2018

A Montegrino Valtravaglia riapre “Villa Belvedere”, la casa albergo per anziani

Parte la nuova avventura di Alessia e Stefano al servizio degli anziani. "Un luogo ideale per la loro tranquillità, dove vivere una seconda vita"

Tempo medio di lettura: 2 minuti

Una bella notizia per tutta la comunità dell’Alto Varesotto, quella che arriva da Montegrino Valtravaglia dove è ripresa l’attività della Casa Albergo Villa Belvedere (l’ex Villa Pina), che era ormai chiusa da quasi tre anni. La struttura ospiterà gli anziani autosufficienti che vorranno trascorrere le loro giornate in tutta tranquillità, aiutati ed in compagnia di un team professionale che sarà gestito da Alessia e da Stefano.

Così, dopo la chiusura della RSA di Agra dello scorso anno, il territorio può tornare a “sorridere” visto che da qualche giorno Villa Belvedere, in seguito alla ristrutturazione della Casa Albergo, ha riaperto i propri locali e le stanze per garantire un servizio ottimale agli anziani.

Non una casa di riposo, però, una struttura in cui l’anziano non vivrà la sua “ultima tappa”, ma avrà la possibilità di vivere in un luogo dove si potranno fare nuove conoscenze e nuove esperienze, vivendo come se fosse sempre in vacanza, anche considerando la splendida location della Villa, immersa completamente nel parco e nella natura ma con un panorama invidiabile tra il lago Maggiore e le montagne.

“Il nostro obiettivo – raccontano Alessia e Stefano – è quello di semplificare la vita ai parenti e far vivere serenamente l’anziano. L’idea è nata proprio da qui. Se negli anni scorsi la cura dell’anziano era affidata direttamente alle famiglie e l’anziano viveva in casa, partecipando attivamente alla vita familiare, oggi non è più possibile, a causa del lavoro, dei tanti impegni e della quotidianità frenetica. In questo modo gli anziani, sempre più spesso, rimangono nelle loro case, in compagnia di una badante. Certo le cure non mancano, ma l’isolamento tende a prendere il sopravvento. A Villa Belvedre, invece, ci occupiamo in toto della cura della persona e soprattutto faremo rivivere all’anziano le abitudini famigliari. Saranno svolte attività con altre persone, sentendosi protagonista e rendendosi utile, insomma mantenendolo attivo mentalmente con giochi di gruppo, letture di giornali e libri e tanto altro”.

La struttura, che era chiusa dal 2015, riapre i suoi battenti sempre in via Cadorna 26, lungo la strada che collega il centro cittadino al laghetto.

Nel frattempo, l’amministrazione comunale si dichiara soddisfatta per la riapertura e per il servizio che verrà garantito agli anziani di tutto il territorio, auspicandosi che tutto vada per il meglio.

Per qualsiasi ulteriore informazione chiamare il numero di telefono +348 95 86 200 o inviare una mail all’indirizzo mail casaalbergobelvedere@libero.it.

-->
"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127