Varese | 8 novembre 2018

Basket in carrozzina: la Cimberio Handicap Sport è pronta per la partenza di campionato

La rinnovata squadra varesina inizierà il campionato sabato 10 novembre il Porto Torres, in terra sarda. "Cercheremo di ripetere il colpo dello scorso anno"

Tempo medio di lettura: 2 minuti

La Cimberio Handicap Sport è di nuovo ai nastri di partenza del campionato di serie A di basket in carrozzina con una squadra profondamente rinnovata e in un torneo che promette ancora emozioni a non finire, almeno nella lotta per evitare l’unica retrocessione.

Il debutto dei biancorossi varesini è in calendario sabato 10 novembre alle ore 15, sul campo di Porto Torres per una sfida che si annuncia già di grande importanza in prospettiva futura e in chiave salvezza.

Nel basket in carrozzina, a differenza di quello “in piedi”, a volte basta l’inserimento anche di un solo giocatore per innalzare decisamente il potenziale di una squadra, per questo è difficile prevedere le sorti del torneo. Da ciò che si è visto nel precampionato, Cantù sembra essere sempre il dominus di questa disciplina a livello nazionale, mentre i maceratesi, Giulianova e Roma, come lo scorso anno, dovrebbero occupare le posizioni di rincalzo, con Porto Torres a giocare il ruolo di possibile guastafeste e Varese, Bergamo e Sassari a chiudere la fila.

“Posto che il nostro obiettivo stagionale sarà, come nello scorso campionato, la salvezza, ci troviamo in questo momento alle prese con qualche problema di assemblaggio dei nuovi giocatori, che non sono pochi. Abbiamo disputato recentemente un torneo a Bergamo che ci ha dato segnali un po’ contraddittori, con una partita molto ben giocata e vinta contro Padova e un’altra persa contro i padroni di casa in cui invece le percentuali di tiro ci hanno decisamente tradito” spiega l’allenatore Fabio Bottini, per la seconda stagione consecutiva da responsabile sulla panchina varesina.

Rispetto alla scorsa stagione, la Cimberio ha inserito tre nuovi giocatori stranieri: il britannico Dipen Sharma, il senegalese Saliou Diene e, arrivato da pochissimo, lo spagnolo Carlos Alvarez, oltre ad Alessandro Pedron, rientrato alla “casa madre” dopo avere frequentato il settore giovanile di Cantù.

Riguardo la partita di sabato a Porto Torres, Fabio Bottini preferisce non sbilanciarsi: “I sardi rappresentano una grande incognita perché hanno inserito diversi nuovi giocatori stranieri di cui non conosciamo ancora lo spessore. Io spero che la Cimberio possa giocarsi la partita e magari ripetere il colpo che nello scorso campionato ci consentì di tornare da Porto Torres con un bel successo”, spiega l’allenatore varesino.

Tra le novità del campionato di quest’anno, la più importante riguarda l’introduzione dei playout che, alla fine della stagione regolare, vedrà impegnate le ultime quattro squadre; alla fine solo una verrà retrocessa.

A confermare le difficoltà con cui questa specialità deve sempre fare i conti, che sono soprattutto di carattere economico, è da registrare la rinuncia di Padova, promossa dalla serie B nello scorso campionato, a disputare la massima serie, cosa che ha consentito a Sassari di essere ripescata dopo la retrocessione.

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127