Cittiglio | 8 Agosto 2018

81enne maltrattato e costretto a mangiare erba del prato, denunciata badante

La donna è stata raggiunta ieri da un'ordinanza di custodia cautelare. Alla base delle violenze un piano di natura economica. I vicini lo hanno salvato

Tempo medio di lettura: < 1 minuto

Maltrattamenti, ingiurie, offese e circonvenzione di incapace sono i capi d’accusa di cui dovrà rispondere una donna italiana di quarant’anni, denunciata a piede libero e sottoposta all’obbligo di dimora e al divieto di avvicinarsi alla persona anziana presso la cui abitazione svolgeva da circa due anni la professione di badante.

Il dispositivo di custodia cautelare, emesso nella giornata di ieri, in seguito ad una lunga e accurata indagine coordinata dal sostituto procuratore di Varese, Valeria Zini, è solo l’epilogo di una raccapricciante vicenda che per mesi ha visto un ottantunenne di Cittiglio sottomesso ad un regime di vera schiavitù, imposto all’interno della sua casa dalla persona che avrebbe dovuto prendersi cura di lui.

Come riporta il quotidiano La Prealpina, sulla base delle informazioni raccolte dagli agenti della Polizia Locale del Medio Verbano, la donna denunciata sottoponeva l’anziano signore, costretto in sedia a rotelle e solo parzialmente autosufficiente, alle peggiori vessazioni, documentate dai lividi lungo il corpo e dalle urla che i vicini non hanno esitato a segnalare alle autorità.

Da quelle quattro mura, infatti, provenivano forti e inconfondibili i segnali di una violenza verbale consumata poi, lontano da qualsiasi sguardo esterno, anche sul piano fisico, con torture di ogni tipo.

Una trafila quotidiana di umiliazioni che degenerava puntualmente con l’obbligo, imposto dall’aguzzina all’anziano uomo, di cibarsi solo ed esclusivamente mediante i ciuffi d’erba raccolti in giardino e poi fatti bollire in pentola.

Il movente di tanto odio, secondo gli agenti, sarebbe riconducibile alla necessità della badante di accumulare un controllo sempre maggiore sul patrimonio dell’uomo, a cui la donna già aveva accesso effettuando costantemente prelievi non autorizzati dal suo conto.

La quarantenne dovrà ora spiegare le ragioni di tale malvagità, insieme a tutte le altre terribili azioni associate alle accuse che pendono sul suo capo, davanti alla giustizia.

Vuoi lasciare un commento? | 1

Una replica a “81enne maltrattato e costretto a mangiare erba del prato, denunciata badante”

  1. Theyork ha detto:

    La badante deve morire male.

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127