Luino | 2 Luglio 2018

Un “ponte” da Luino a Cannero e Cannobio: nasce “Via Lago”. “Condivisione, sviluppo e turismo”

L'iniziativa privata è stata presentata congiuntamente questa mattina sulle acque del lago Maggiore. "Lavorare insieme per un turismo a 360 gradi"

Un
Tempo medio di lettura: 3 minuti

Un sole cocente, accompagnato dalla leggera brezza del lago, che ha reso il viaggio più piacevole, ha dato il benvenuto a “Via Lago”, l‘iniziativa di privati coadiuvata dai comuni di Luino, Cannero e Cannobio, che andrà ad implementare il servizio pubblico della Navigazione Lago Maggiore nei weekend che vanno dal 14 luglio al 16 settembre.

Ideato dal luinese Gianfranco Cipriano il progetto, di cui avevamo parlato qualche settimana fa, è stato presentato questa mattina sulle acque del lago Maggiore, alla presenza di numerose autorità, tra cui il sindaco di Cannero, Federico Carmine, quello di Cannobio Giandomenico Albertella, l’onorevole piemontese Mirella Cristina e il consigliere comunale con delega ai porti di Luino, Alberto Baldioli.

“Ho la fortuna di navigare il lago da quando ero ragazzino – ha commentato Cipriano prendendo parola per primo per presentare il progetto -. In tanti non conoscono le emozioni che il lago può dare e non ci rendiamo conto delle opportunità che l’acqua ci offre per collegare il nostro territorio. L’idea di ‘Via Lago’ è quella di ampliare l’offerta turistica e dare la possibilità a tutti i cittadini e ai turisti di seguire un evento o un’iniziativa da una parte all’altra della sponda, incentivando il dialogo tra privati ed amministrazioni. Così da sabato 14 luglio prenderà il via la sperimentazione che collegherà anche in notturna Luino, Cannero e Cannobio. Vedremo se attività, commercianti, cittadini e turisti risponderanno a questo progetto, ma sarà tutto trasparente. I piccoli utili che verranno ottenuti saranno reinvestiti nell’attività oppure in altre manifestazioni turistiche. Un grazie alle amministrazioni comunali, alla Pro Cannero e a Cannobio For You, che hanno accolto con entusiasmo l’iniziativa e ci hanno dato un grande sostegno nella struttura tecnico-organizzativa. Un grazie anche al direttore della Navigazione Lago Maggiore che ha subito compreso la bontà del progetto. Noi andremo per gradi, iniziando in questo modo”.

“Quando Cipriano ci ha proposto l’iniziativa – racconta il sindaco di Cannobio Giandomenico Albertella -, abbiamo subito condiviso la strategia di mettere a sistema il lago per unire due territori e dare la possibilità a chi abita a Luino, Cannero o Cannobio di poter visitare questi paesi rivieraschi. Speriamo di coinvolgere anche Maccagno con Pino e Veddasca, per formare il quadrilatero dell’Alto Verbano ed aumentare l’offerta. È uno stimolo per l’utilizzo del servizio pubblico, perchè fino alle 20 la Navigazione Lago Maggiore garantisce come sempre il suo servizio. Questa è un’iniziativa privata dove gli enti pubblici non hanno investito risorse, ma supportiamo con un patrocinio questa nuova realtà a carico dei privati sperando che la fase di sperimentazione si stabilizzi”.

Dello stesso parere anche il sindaco di Cannero, Federico Carmine: “Abbiamo sposato un’idea di dialogo, per unire i territori e allargare i nostri orizzonti. Secondo me è un ottimo auspicio per lavorare insieme e meglio, scambiandoci idee e progetti, con l’obiettivo di migliorare i nostri servizi, soprattutto per quanto riguarda il trasporto via lago, nel nome del turismo”.

In rappresentanza del comune di Luino e del sindaco Andrea Pellicini, è intervenuto il consigliere comunali con delega ai porti, Alberto Baldioli: “È una vita che mi occupo di trasporto, di autolinee, e so quanto sono importanti i mezzi di comunicazione necessari al turismo. Plaudo all’iniziativa di Cipriano perchè ci aiuterà ad avere turisti, da una parte all’altra del lago, solo organizzando iniziative di rilievo, come per noi sarà il concerto di Concato del 14 luglio. Sarà importante far rete con i commercianti e provare a realizzare dei voucher da dare a cittadini i turisti, in modo tale da attrarli da Luino a Cannero e Cannobio e viceversa”.

“Credo senza dubbio sia un valore aggiunto al nostro lago e al nostro splendido territorio – ha affermato l’onorevole piemontese Mirella Cristina -. Ben vengano iniziative così che mirano ad incentivare tutto quello che ci circonda. L’importante è che un progetto di questo tipo non abbia valore politico, ma siano condivisi da tutti e soltanto utili per dare un’ulteriore spinta allo sviluppo dei paesi rivieraschi”. A concludere, anche il presidente di “Cannero 4 You”, Dario Ferrari, che si è spinto alle sfide future: “Siamo entusiasti di questo progetto, ma sarebbe bello aprirsi anche al Canton Ticino. Oggi le normative non lo permettono, ma speriamo sia una base per implementare il servizio nel futuro”.

Ma come funziona? Quali i costi di “Via Lago”? Gli utenti potranno accedere ad un portale dedicato (www.vialago.it) e, attraverso un form, dove si inseriranno nome, cognome, cellulare e numero di persone, si potrà richiedere l’utilizzo del servizio prenotandosi entro le 19.30. Una volta che il sistema ha ottimizzato i tragitti, all’utente arriverà la conferma dell’orario di partenza e il luogo di ritrovo. Inoltre si potranno visualizzare gli eventi in programma in ognuno di questi comuni, ma anche scegliere un ristorante, bar o attività dove recarsi nella serata. Saranno tre i mezzi in servizio nel weekend sulle acque del lago nell’Alto Verbano, mentre i costi saranno di 10 euro a persona per gli adulti e di 5 per i bambini.

Per ulteriori informazioni consultare il sito www.vialago.it.

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127