Torino | 11 Maggio 2018

Tre “Bandiere blu” alle spiagge piemontesi. “Luino e Germignaga prendano esempio”

A Cannero, Cannobio e Arona il noto riconoscimento internazionale. I grillini luinesi sul Palazzetto dello Sport: ""Altro cemento a Luino? No grazie"

Tempo medio di lettura: 2 minuti

Tre località turistiche della sponda piemontese del Lago Maggiore guadagnano una citazione per il Premio “Bandiere Blu” del 2018 assegnato da Foundation for Environmental Education (Fondazione per l’Educazione Ambientale). Si tratta delle aree “Lido” di Cannero Riviera e Cannobio, e della spiaggia delle Rocchette ad Arona, che hanno ottenuto ognuna una “bandiera”, simbolo di affidabilità e qualità per abitanti e visitatori. Per Cannero e Cannobio si tratta inoltre di una conferma rispetto alle statistiche delle passate edizioni, mentre per quanto riguarda Arona i progressi compiuti a livello amministrativo hanno influito sulla nomina della spiaggia come new entry.

Così, su questo importante tema ambientale intervengono gli attivisti luinesi del M5S, tramite una nota inviata da Gianfranco Cipriano, che fanno anche riferimento alle dichiarazioni del sindaco di Luino Andrea Pellicini in merito al progetto in dirittura d’arrivo per la costruzione di un ‘Palazzetto dello Sport’ nella cittadina: “Cemento? No, grazie! Restiamo increduli ad appurare che il sindaco di Luino, assessore al turismo, continui imperterrito a progettare investimenti che col rilancio turistico proprio non c’entrano nulla”.

Vogliamo a gran voce che il prossimo progetto sia dedicato a seguire il buon esempio dei comuni dell’altra sponda di Cannero e Cannobio che ormai da anni possono vantare la tanto ambita bandiera blu, riconoscimento internazionale elargito dalla FEE volto a premiare le spiagge per qualità, sostenibilità ambientale e servizi. Il comune di Maccagno con Pino e Veddasca – spiegano i pentastellati luinesi – sta dedicando già considerevoli recenti investimenti in questa direzione ma è necessario che anche i sindaci di Germignaga e Luino condividano un’importante strategia comune”.

“Nei prossimi giorni – concludono gli attivisti del M5S – ci adopereremo a chiamare ad un tavolo questi territori per comprendere se tali amministrazioni hanno reale intenzione di perseguire l’obiettivo sopra citato e avremo il piacere di andare come gruppo politico a portare le nostre congratulazioni ai sindaci di Cannero e Cannobio ponendo loro una breve intervista della quale riferiremo in seguito. Come sempre, sappiamo di poter contare sull’appoggio politico dei nostri portavoce nazionali, regionali ed europei”.

Foundation for Environmental Education, organizzazione non governativa non profit fondata in Danimarca nel 1981, si occupa prevalentemente di diffondere i valori delle buone pratiche ambientali, la ragione per cui dal 1987 l’ente assegna il suo riconoscimento “Bandiere Blu”, che ogni anno certifica il livello ambientale delle zone balneari e rivierasche in più di settanta paesi di tutto il mondo. Fattori come lo stato delle acque e la relativa pulizia, ma anche la gestione dei rifiuti, la regolamentazione del traffico veicolare, la sicurezza e i servizi della spiaggia, vengono ricercati e valutati all’interno delle aree candidate, per confermarne l’effettiva eccellenza.

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127