Monte Lema | 7 maggio 2018

Nessuno scontro con l’aeromodello sul Lema, il deltaplano vittima del forte vento

Rettifichiamo la notizia riportata erroneamente nella giornata di ieri. A fare chiarezza Flavio Tebaldi, presidente del Delta Club Laveno, sul Corriere del Ticino

Tempo medio di lettura: 1 minuto

Solo un grande spavento e nessuno scontro in volo con un aeromodello che ha abbattuto il deltaplano. A riferirlo questa mattina il Corriere del Ticino: l’accaduto è stato ricostruito da Flavio Tebaldi, presidente del Delta Club Laveno.

Il pilota, campione del mondo di specialità e associato al Delta Club, è stato tenuto in osservazione per una notte in ospedale e, stando a Tebaldi, “sta benissimo: non c’è niente di rotto”.

“È stato un normale incidente di volo dovuto alle condizioni meteo – spiega Tebaldi -. A causa di un improvviso forte vento all’altezza del Monte Lema il deltaplano si è cappottato – tecnicamente si chiama tumbling – e si è rotta la struttura. Ma il paracadute d’emergenza si è aperto correttamente e questo ha permesso di frenare la caduta del pilota”.

“Mi viene da ridere solo a pensare che un aeromodello possa abbattere un deltaplano – conclude Tebaldi -. Al momento dell’incidente ero in contatto radio con il pilota e un compagno di volo che al momento si trovava sopra di lui ha visto tutto. Non c’è stato alcuno scontro”.

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127