Maccagno con Pino e Veddasca | 27 Febbraio 2018

Sabato un’escursione alla scoperta della natura e degli uccelli acquatici sul lago Maggiore

La camminata naturalistica si terrà sul lungolago di Maccagno con l’esperto Fabio Saporetti del Gruppo Insubrico di Ornitologia. L'appuntamento è per le ore 14

Tempo medio di lettura: 2 minuti

Sabato pomeriggio 3 marzo il CAI Luino con il patrocinio del Comune di Maccagno con Pino e Veddasca propone una camminata naturalistica sul lungolago di Maccagno con l’esperto Fabio Saporetti del Gruppo Insubrico di Ornitologia. Un pomeriggio, poche ore, per conoscere le straordinarie peculiarità ambientalistiche del nostro territorio, vere e proprie perle della natura.

Questa escursione sarà l’occasione per visitare il nuovo percorso naturalistico realizzato dall’Amministrazione Comunale di Maccagno con Pino e Veddasca e recentemente inaugurato.  Numerosi sono gli uccelli acquatici frequentano il Lago Maggiore ed in particolare il litorale di Maccagno: alcune specie nidificano, altre sono solo invernali, altre ancora si possono osservare durante i periodi dei passi primaverili ed autunnali lungo la costa rocciosa che caratterizza la parte settentrionale del lago.

Sono comuni soprattutto le specie ittiofaghe come Smergo maggiore, Svasso maggiore e Cormorano, presenti tutto l’anno. Lo Smergo maggiore, fino a poco più di venti anni fa presente solo in periodo invernale, ha iniziato a nidificare nel 1998 sul bacino del Verbano, sulla sponda piemontese, mentre la prima covata in Lombardia e in Ticino, nella costa del Gambarogno, è stata osservata nel 2003. La popolazione adesso ha subito un cospicuo incremento ed è, assieme a quella esistente sul Lago di Como, la più numerosa ed importante d’Italia. Ben diffuso sono Cigno reale e Germano comune, della famiglia Anatidae, che frequentano principalmente i paesi che si affacciano sul lago, dove trovano facilmente il cibo di cui nutrirsi. Anche la Folaga si sta sempre più adattando all’ambiente urbano, costruendo il nido sulle barche nei porticcioli o direttamente sui moli. Il Gabbiano reale mediterraneo, presente tutto l’anno, ormai nidifica anch’esso in alcuni luoghi adatti del lago come i Castelli di Cannero o sugli edifici dell’isola di Brissago, talora anche su moli galleggianti abbandonati. Il Gabbiano comune è invece un pendolare: sebbene nidifichi anche in Italia, ad esempio nel Vercellese o al delta del Po, sul Lago Maggiore è presente soprattutto in inverno ed autunno, mentre nel periodo primaverile‐estivo, tra aprile e giugno, abbandona il lago per le aree riproduttive. Dalla lettura degli anelli colorati che alcuni di essi portano alle zampe si è visto come gli individui svernanti arrivino da molti paesi dell’Europa centro settentrionale.

Il programma prevede il ritrovo alle ore 14 il museo di Maccagno al Parco Giona dove è presente un ampio posteggio. L’inizio dell’escursione e l’osservazione della avifauna sarà alle 14.15, mentre il termine è previsto alle 16.15. Gli organizzatori consigliano di munirsi di binocolo, per una osservazione più ottimale, oltre che di un abbigliamento e calzature adeguate. La passeggiata verrà effettuata anche con meteo moderatamente avverso con l’ausilio di un ombrello. La partecipazione sarà libera e gratuita ed ogni partecipante alla gita sarà responsabile della propria incolumità.

Informazioni e adesioni:
– Pro Loco Maccagno con Pino e Veddasca – tel 0332 562009 – mail info@prolocomaccagno.it;
– CAI Luino via B. Luini 16 tel/fax 0332 511101; mail cailuino@cailuino.it;
– Informazioni Turistiche Luino – via della Vittoria 1 Luino – tel. 0332-530019; mail iatluino@provincia.va.it.

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127